Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Zurich Financial Services raddoppia gli utili

Zurich Financial Services si prepara a ripagare i danni dell'uragano Charley in Florida

(Keystone Archive)

Nel primo semestre dell'anno, Zurich Financial Services ha raddoppiato l’utile netto a 1,8 miliardi di franchi. Nello stesso periodo del 2003, aveva infatti guadagnato 935 milioni di franchi.

La progressione del beneficio del gruppo assicurativo si spiega con l’assenza di grosse catastrofi e con i premi elevati.

Per il primo semestre di quest’anno, Zurich Financial Services (ZFS) ha annunciato giovedì un utile netto di 1,8 miliardi di franchi.

Il beneficio è così raddoppiato rispetto allo stesso periodo del 2003 (935 milioni di franchi).

“La ripresa continua”, dichiara il CEO del gruppo James Schiro.

I premi lordi ed i contributi per le polizze sono cresciuti del 2% a 38,84 miliardi di dollari.

Nessuna grossa catastrofe

Il buon risultato va attribuito ad un miglioramento sensibile nel settore danni. ZFS ha approfittato dell'assenza di grosse catastrofi e dell'aumento dei premi degli ultimi anni.

Il risultato nel ramo danni è più che triplicato, salendo a 605 milioni di franchi. I premi in tale comparto sono cresciuti del 6% a 25,6 miliardi di franchi e la “combined ratio”, ossia il rapporto tra i costi dei sinistri e altre spese rispetto ai premi, è passato dal 98,8 al 96,7%.

“La situazione resta però fragile ed il clima favorevole degli ultimi 18 mesi non è eterno”, avverte Schiro.

Il gruppo assicurativo deve al momento affrontare le numerose richieste di indennizzo in provenienza dalla Florida - valutate a circa 190 milioni di franchi - dopo i danni provocati la scorsa settimana dall’uragano Charley.

Entusiasmo per il futuro

L'altro settore d’attività, il ramo vita, continua a rappresentare una sfida. Il risanamento dura più a lungo del previsto, rileva il presidente della direzione.

Secondo Schiro “il nostro compito è sviluppare un nuovo modello e da tale profilo stiamo facendo buoni progressi”.

I primi provvedimenti cominciano a dare frutti. I premi lordi sono diminuiti del 10% a 7,05 miliardi di franchi. Ma, grazie fra l'altro a risparmi nell'amministrazione, l'utile è salito del 3% a 488 milioni di franchi.

Rimane però molta strada da percorrere per assicurare che il ramo vita rimanga sulla via stabilita. “Il nostro obiettivo principale è l'Europa continentale e soprattutto il miglioramento dei risultati in Gran Bretagna», spiega il CEO.

James Schiro si è mostrato ottimista circa il futuro: si è detto “entusiasta” per quanto riguarda le possibilità a lunga scadenza di realizzare utili.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

1,8 miliardi di franchi l'utile netto nel primo semstre di quest'anno.
935 milioni di franchi nello stesso periodo del 2003.

Fine della finestrella


Link

×