Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La tesi di Avenir Suisse Salari svizzeri protetti anche senza ispezioni

Primo piano di una sega circolare che taglia un tondino d'acciaio; si intravvede la mano dell'operaio.

L'analisi di Avenir Suisse è contestata dall'Unione sindacale.

(RSI-SWI)

Se diminuissero i controlli sui cantieri, nelle fattorie o nella ristorazione, la Svizzera riuscirebbe comunque a proteggere i suoi alti salari. È il parere di Avenir Suisse, che relativizza il "peso" delle ore di lavoro effettuate da 300'000 stranieri con permesso di corta durata. Una tesi contestata dai sindacati.

Le ispezioni sono una delle misure d'accompagnamentoLink esterno alla libera circolazione delle persone, che l'Unione Europea vorrebbe allentare. In altre parole, se la Svizzera firmerà l'accordo istituzionale con l'UE, diminuiranno drasticamente.

Si tratta di 35'000 controlli l'anno, volti a verificare che il personale goda di condizioni salariali e di lavoro conformi alle norme legali.

Il "laboratorio di idee" Avenir SuisseLink esterno, vicino agli ambienti economici, ritiene però che la Svizzera possa scongiurare il dumping anche senza misure d'accompagnamento.

Relativizzare le cifre

Stando all'ultima ricerca, gli stranieri che per motivi professionali soggiornano per un periodo limitato nella Confederazione (la legge consente 90 giorni) sono oltre 300'000. Ma la cifra, secondo gli autori, va rapportata alla mole dell'economia svizzera.

Nell'edilizia, ad esempio, i 5'000 detentori di un permesso di corta durata svolgono lo 0,7% del volume di occupazione dell'intero settore. Nell'industria e nelle piccole e medie imprese, questa quota scende allo 0,6%. 

(1)

Servizio del TG sullo studio di Avenir Suisse, secondo cui la diminuizione dei controlli non intaccherebbe il valore dei salari

Risulterebbe, alla luce di tali dati, che i lavoratori stranieri non contribuiscono a mettere sotto pressione i salari elvetici. Una conclusione contestata dall'Unione sindacale svizzera.

In sindacati temono peraltro che l'accordo quadro con l'UE possa rivelarsi una minaccia anche per i contratti collettivi di lavoro.

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 19.12.2018)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Sondaggio

Umfrage

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.