Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Emergenza profughi Decine di migranti soccorsi ogni notte dai volontari a Como

como

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Como resta l’emergenza migranti, molti dei quali respinti alla frontiera con la Svizzera e costretti a bivaccare all’addiaccio in queste notti polari. 

Il centro governativo di Via Regina Teodolinda a Como gestito dalla Caritas ospita solo parte dei disperati. Molti di loro non sono ammessi o preferiscono evitare di essere identificati. L’accesso è infatti consentito per ordine della prefettura solo a donne, minorenni o nuclei familiari e non tutti i posti disponibili vengono occupati.

A prestare soccorso agli stranieri ci pensano i volontari di Como Senza Frontiere che ogni notte recuperano una cinquantina di persone che vengono trasportate nella parrocchia di Rebbio dove trovano un frugale pasto caldo e un giaciglio di fortuna.

Sono circa un migliaio i migranti e richiedenti asilo che si trovano nel capoluogo lariano, dove continua il flusso delle persone in direzione della Svizzera. I tre quarti vengono respinti alla dogana della Stazione di Chiasso e quindi cercano una sistemazione provvisoria in città. 

E con l’incremento in queste settimane dei profughi, che sui barconi affrontano la via mediterranea, è da prevedersi un'ulteriore pressione dei migranti sul confine italosvizzero. 

tvsvizzera/spal con RSI (Quotidiano del 20.1.2017)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.