Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Votazione cantonale Nei Grigioni l'italiano rimarrà alle elementari

I cittadini grigionesi hanno respinto domenica l'iniziativa popolare denominata "Solo una lingua straniera nelle scuole elementari".

(1)

No a una sola lingua straniera nei Grigioni

Oltre il 65% dei votanti ha seguito la raccomandazione del Parlamento cantonale, che aveva raccomandato di respingere l'iniziativa.

Il testo chiedeva in sostanza che alle elementari, oltre all'idioma regionale, venisse insegnato solo l'inglese o il tedesco. L'inglese nelle zone germanofone, il tedesco in quelle italofone e romance. A farne le spese sarebbero stati l'italiano nelle scuole germanofone e l'inglese in quelle romance e italofone. Questi due idiomi sarebbero infatti slittati alla scuola secondaria.

La proposta sottoposta al verdetto delle urne si opponeva al modello in vigore in gran parte della Svizzera (salvo alcune eccezioni), ovvero il modello 3/5 della Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione, che prevede l'insegnamento di una seconda lingua nazionale al terzo anno e dell'inglese al quinto.

"Il voto odierno è espressione della solidarietà che esiste tra le comunità di lingua tedesca, romancia e italiana all'interno del Cantone", si legge nella notaLink esterno congiunta delle associazioni linguistiche Lia Rumantscha e Pro Grigioni Italiano. "Fortunatamente - conclude la nota - la maggioranza delle cittadine e dei cittadini ha compreso i danni che sarebbero stati arrecati alla coesione cantonale accogliendo il testo e distanziandosi dalla via seguita dal resto del Paese".

tvsvizzera.it/mar/ats

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.