Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Competitività


La Svizzera fa peggio solo di Hong Kong


Hong Kong è la regione più competitiva al mondo, secondo la classifica dell'IMD. (Keystone)

Hong Kong è la regione più competitiva al mondo, secondo la classifica dell'IMD.

(Keystone)

La Svizzera figura al secondo posto della classifica 2015 sulla competitività mondiale pubblicata dall’IMD di Losanna. La Confederazione si piazza alle spalle di Hong Kong, ma davanti agli Stati Uniti. Per la prima volta, la Germania non risulta nel top 10.

Rispetto all’anno precedente, la Svizzera è avanzata di due ranghi. Il Centro della competitività mondiale dell’IMD pubblica la sua classifica ogni anno dal 1989. L’edizione 2015 paragona 61 paesi, basandosi su 342 criteri che analizzano le prestazioni economiche, l’efficacia del governo, delle attività economiche, nonché la situazione delle infrastrutture.

Le 20 economie più competitive 

1.                   Hong Kong                                                        
2.Svizzera
3.Stati Uniti
4. Singapore
5.Svezia
6. Danimarca
7.Irlanda 
8.Paesi Bassi
9.Norvegia
10.Canada
11.Lussemburgo
12.Germania
13.Qatar
14.Taiwan
15.Emirati Arabi Uniti
16.Nuova Zelanda
17.Australia
18. Gran Bretagna
19.Malesia
20. Finlandia



La Svizzera non deve però crogiolarsi sugli allori. Nel suo rapporto, l’IMD menziona anche numerose sfide che il paese dovrà affrontare per rimanere competitivo nel 2016. In particolare vi sono le relazioni bilaterali con l’Unione Europea, la forza del franco, la mancanza di competitività del mercato interno, il costo elevato delle prestazioni sociali e delle pensioni, così come la necessità di conciliare le politiche energetiche e ambientali con gli obiettivi economici. 

swissinfo.ch e agenzie

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×