Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Questione giurassiana Moutier cambia Cantone, una decisione di portata storica

Szene wie aus einem Bürgerkrieg: Grenadiere der Berner Kantonspolizei gehen 1977 in Moutier gegen Separatisten vor.

Scontri violenti a Moutier nel 1977 tra le forze di polizia bernesi e separatisti giurassiani.

(Keystone)

Il referendum di questa domenica, che segna il passaggio del Comune di Moutier dal Canton Berna al Giura, ha assunto una dimensione storica: permette infatti di porre fine, in modo democratico, ad un contenzioso che risale a oltre 200 anni fa.

Questo articolo fa parte di #DearDemocracy, la piattaforma di swissinfo.ch dedicata alla democrazia diretta.

Fine della finestrella

La vertenza territoriale del Giura ha preso inizio nel 1815, quando il Congresso di Vienna ha deciso di attribuire al canton Berna il territorio giurassiano del principato vescovile di Basilea. Di colpo la popolazione giurassiana di lingua francese e di fede prevalentemente cattolica si è ritrovata così sotto il dominio di un cantone a stragrande maggioranza germanofono e protestante. 

A partire soprattutto dalla metà del secolo scorso è emerso un forte sentimento di marginalizzazione economica e culturale da parte del popolo giurassiano, sfociato in una lunga lotta per la secessione dal Canton Berna. La vertenza tra movimenti separatisti e antiseparatisti è anche degenerata in vari episodi di violenza.

Invece di sprofondare in una guerra civile, come è stato in parte il caso in Irlanda del Nord e nei Paesi Baschi, il contenzioso si è però risolto al tavolo dei negoziati e nel quadro di una serie di votazioni popolari a livello comunale, cantonale e federale. La lotta dei separatisti si è così conclusa con la creazione del Canton Giura, al quale ha ora deciso di aderire anche il Comune di Moutier.

Queste alcune delle tappe principali della “questione giurassiana”:

1815 – Il Congresso di Vienna attribuisce per lo più al Canton Berna il territorio giurassiano dell'ex principato vescovile di Basilea.

1947 – Il governo bernese rifiuta di concedere la direzione dei lavori pubblici al consigliere di Stato giurassiano Georges Moeckli. Questa decisione suscita l'indignazione della popolazione giurassiana e rappresenta un po’ il detonatore della disputa territoriale. Lo stesso anno nasce il primo movimento separatista.

1950 -  Viene indetta una votazione cantonale nella speranza di allentare le tensioni. Gli elettori bernesi accettano di cambiare la loro costituzione. Il francese è promosso come seconda lingua ufficiale del Cantone e ai distretti del Giura sono assegnati due seggi nel governo cantonale.

1960-1970 – Il Fronte di liberazione del Giura (FLJ), un gruppo separatista, moltiplica le azioni violente. Tra questi, gli incendi dolosi di tre fattorie bernesi in territorio giurassiano e l'esplosione di un deposito di munizioni dell'esercito svizzero.

1974-1975 – Vengono indette diverse votazioni nella regione per risolvere la disputa territoriale. I tre distretti settentrionali decidono di creare un proprio Cantone, mentre i tre distretti più a sud preferiscono rimanere a far parte del Canton Berna.

1978 – Un referendum è organizzato anche a livello nazionale: il popolo svizzero si esprime, con oltre l’82% di sì, a favore della creazione del nuovo Cantone del Giura.

1980-1990 – Le tensioni non si placano totalmente. Attivisti giurassiani distruggono una statua in memoria dei soldati svizzeri mobilitati durante la Prima guerra mondiale. Due anni più tardi, viene danneggiata anche la Fontana della giustizia nel centro storico di Berna. Nel 1993, un giovane separatista perde la vita in seguito all'esplosione di una bomba che intendeva presumibilmente piazzare dinnanzi alla sede del parlamento bernese.

1994 – Sotto l’egida del Consiglio federale, i Cantoni di Berna e del Giura istituiscono l’Assemblea intergiurassiana allo scopo di aprire un dialogo sulla questione territoriale.

1996 – Il popolo svizzero approva la decisione del comune di Vellerat di staccarsi dal Canton Berna per entrare a far parte del Canton Giura.

2013 – I tre distretti francofoni del Giura bernese respingono la proposta di aprire una procedura per la creazione di un nuovo Cantone che avrebbe unificato il Canton Giura e il Giura bernese. Il Comune di Moutier si esprime però a favore di questa proposta.

18 giugno 2017 – I cittadini di Moutier approvano, con il 51,7% di voti favorevoli, il passaggio del Comune al Canton Giura.  

swissinfo IT

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.


Traduzione di Armando Mombelli

×