Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Visita di Stato La Svizzera accoglie il presidente portoghese

Il Consiglio federale ha ricevuto lunedì a Berna il presidente del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa, in visita di Stato in Svizzera per due giorni. L’applicazione dell’iniziativa "Contro l’immigrazione di massa", approvata dal popolo elvetico nel febbraio del 2014, è stata al centro delle discussioni. La questione interessa da vicino i portoghesi, che, con 270'000 persone, rappresentano la terza comunità straniera nella Confederazione.

Giunto a Ginevra, dove 2'000 membri della comunità portoghese sono arrivati da tutta la Svizzera per festeggiare la sua presenza, il capo di Stato portoghese Marcelo Rebelo de Sousa è stato accolto dal presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann e ha visitato poi in sua compagnia il centro di ricerca Campus Biotech.

Sousa a Ginevra

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Berna è stato ricevuto dal Consiglio federale al completo e con gli onori militari. La pioggia non gli ha impedito di soffermarsi su Piazza federale a salutare i molti portoghesi lì radunati, con cui ha discusso e si è fatto fotografare.

"L'Europa ha molto da guadagnare da un contributo della Svizzera, e il Portogallo fa tutto il possibile affinché del relazioni della Confederazione con l’UE rimangano buone", ha detto durante una conferenza stampa,  facendo riferimento alle difficoltà insorte tra Bruxelles e Berna dopo l'accettazione dell'iniziativa "Contro l'immigrazione di massa".

Su questo punto Schneider-Amman si è mostrato rassicurante e ha precisato che la cosiddetta preferenza indigena “light” (il disegno di legge sull'applicazione dell'iniziativa adottato in settembre dalla camera bassa del parlamento elvetico) non prevede contingenti per gli stranieri, ma l’obbligo per i datori di lavoro di annunciare le offerte di impiego ai centri regionali di collocamento. Ha detto ai media di aver ricordato a De Sousa la strategia del Consiglio federale: rispettare la volontà popolare mantenendo gli accordi bilaterali con l'UE. Ha inoltre espresso il desiderio della Svizzera di poter continuare ad essere associata a pieno titolo al programma di ricerca europeo Orizzonte 2020.

Presidente portoghese

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La seconda giornata sarà consacrata alla formazione professionale e alla cultura con la visita a una fabbrica e a un museo nell’Emmental. L’ultima visita di Stato di un presidente portoghese risale al 1999. 

swissinfo.ch, RSI (TG del 17.10.2016)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×