Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Governo svizzero Cosa fa effettivamente il cancelliere della Confederazione?

Il cancelliere della Confederazione e i sette consiglieri federali seduti in posa per la foto ufficiale del 2020.

La foto ufficiale del governo svizzero per il 2020. Primo a sinistra, il cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr, al quale non piace l'appellativo di "ottavo consigliere federale".

(Schweizerische Bundeskanzlei)

"Il governo svizzero conta ora otto membri?", ci chiedono non di rado i lettori di altri paesi ogni qual volta viene pubblicata la nuova foto del Consiglio federale, sulla quale sono raffigurate otto persone. No, è tutto come prima. 

Il governo svizzero è formato sempre da sette membri. L'ottava persona, che è quasi sempre a destra o a sinistra nella foto ufficiale, è il cancelliere della Confederazione.

Nessuna carica ministeriale

Fine della finestrella

Mentre in Germania e in Austria, il cancelliere è il capo del governo, in Svizzera non dispone neppure di un incarico ministeriale e svolge più che altro funzioni amministrative. Il cancelliere della Confederazione è quindi poco noto al pubblico rispetto ai sette membri del governo. Ma non per questo è privo d’influsso politico. La portata del suo influsso dipende però spesso dalla persona che esercita questa carica e anche dai compiti che gli vengono attribuiti dai consiglieri federali.

"Primo funzionario"

Fine della finestrella

In passato, alcuni cancellieri della Confederazione sono stati definiti l'ottavo consigliere federale. Corina Casanova, che ha ricoperto questo incarico dal 2008 al 2015, prediligeva il ruolo di discreta funzionaria pubblica. Anche il cancelliere in carica, Walter Thurnherr, preferisce definirsi il primo funzionario della Confederazione piuttosto che l'ottavo consigliere federale. Prima dell'elezione di Viola Amherd in Consiglio federale, alla fine del 2018, lo stesso Thurnherr era tuttavia considerato un candidato promettente per occupare un seggio in governo. Nessuno cancelliere della Confederazione è riuscito finora a compiere un passo simile.

Partito e genere svolgono un ruolo importante

Fine della finestrella

Il Cancelliere della Confederazione è eletto dall'Assemblea federale (le due camere del parlamento riunite). Su 17 persone che hanno svolto questo mandato, solo due erano donne. 

L’incarico di cancelliere della Confederazione esisteva molti anni prima di quello di consigliere federale. È la più antica istituzione della Confederazione elvetica ancora oggi esistente. Già nel 1803 la Dieta federale aveva deciso di nominare un cancelliere, diventato poi cancelliere federale con la fondazione dello Stato moderno nel 1848.

Quasi tutti i cancellieri federali appartenevano ad uno dei partiti che formano il governo. Tra questi, solo l’Unione democratica di centro (UDC) non è mia stata rappresentata da un cancelliere federale.

Oltre all’appartenenza partitica, anche la questione del genere ha svolto un ruolo importante. La prima donna che ha ricoperto questa carica è stata la liberale radicale Annemarie Huber-Hotz (2000 – 2007).

Funzione consultiva nelle riunioni governative

Fine della finestrella

In Svizzera, il cancelliere della Confederazione è il capo dello stato maggiore del Consiglio federale. Pianifica e coordina gli affari governativi. E partecipa alle riunioni settimanali del governo, dove può esprimersi a titolo consultivo. Può inoltre mediare, coordinare, redigere rapporti, fare proposte e persino presentare mozioni. Ma non dispone di un diritto di voto come i sette ministri.

Tra le sue competenze vi sono anche la comunicazione delle decisioni del governo e lo svolgimento delle votazioni e delle elezioni del Consiglio nazionale (Camera del popolo).

Per il suo lavoro riceve uno stipendio di circa 360'000 franchi, pari all'80% di quello di un consigliere federale. 


Traduzione di Armando Mombelli

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.