Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

WEF 2019 Dove ci porterà l'interdipendenza globale?

sign for annual meeting

Oltre 3000 persone sono attese anche quest'anno a Davos.

(Keystone)

Le questioni relative al mondo in rete – la cosiddetta "Globalizzazione 4.0" – costituiscono i piatti forti dell’agenda di questa edizione del Forum economico mondiale (WEF) di Davos. Che cosa significa questo per le imprese elvetiche e per il posto della Svizzera sulla scena mondiale?

Le interazioni internazionali tra persone, imprese e governi devono diventare più inclusive e sostenibili, ha dichiarato Klaus Schwab, presidente del WEF, aggiungendo che "dobbiamo prenderci cura dei perdenti, di coloro che sono stati lasciati indietro".

Le riunioni nella Davos innevata, ha auspicato Schwab, offrono un'opportunità ai leader globali di fare un passo indietro rispetto alla gestione quotidiana della crisi, per fissare le priorità, sfruttare le opportunità future e mitigare le minacce. Come può il mondo aspirare a un progresso sostenibile in un'epoca in cui tecnologie dirompenti, come l'intelligenza artificiale, stanno trasformando radicalmente il funzionamento di economie, imprese, società e governi, creando nuovi vincitori e perdenti?

(1)

WEF

La posta in gioco è alta, non solo per i paesi ma anche per le imprese. La metà dei 3’200 partecipanti che si riuniscono a Davos provengono dal mondo degli affari. Tra di loro ci saranno dirigenti di aziende svizzere provenienti da una vasta gamma di settori che si trovano in prima linea nella ricerca globale di soluzioni e al centro del problema.

Il tema principale del WEF 2019 è "Globalizzazione 4.0: dare forma a una nuova architettura nell'era della quarta rivoluzione industriale". Poiché la Svizzera ospita 25'000 multinazionali straniere ed elvetiche, la nostra copertura si concentrerà sugli effetti di questo processo per le grandi aziende nelle tre aree seguenti:

1. Cibo e tecnologia - Come possiamo nutrire la popolazione in rapida espansione senza distruggere il nostro pianeta? Entro il 2050, la Terra ospiterà quasi 10 miliardi di persone. Secondo il WEF, l'alimentazione richiederà un aumento del 70% della produzione alimentare. Le aziende agroalimentari con sede in Svizzera, come Syngenta, possono affrontare la sfida di massimizzare la produzione alimentare senza aggravare la deforestazione o mettere in pericolo la nostra salute? Le proteine alternative sono la via da seguire? 

2. Ridurre il divario tra i generi – La prima ministra neozelandese Jacinda Ardern sarà per la prima volta al WEF insieme a veterani come la cancelliera tedesca Angela Merkel e Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale (FMI). Saadia Yahidi, responsabile delle agende sociali ed economiche del WEF, nota che meno di un quarto dei partecipanti a questa edizione del WEF sono donne, nonostante gli sforzi del suo team per aumentare la partecipazione femminile.

"Questa non è una rappresentanza sufficiente", ha dichiarato Yahidi. "Il problema fondamentale è che la scala verso la leadership è attualmente interrotta". Quali lezioni possono offrire le donne leader nel mondo alla Svizzera, che non si situa nemmeno tra i primi dieci paesi del mondo nella classifica del WEF sulla parità tra i generi?

3.      Digitalizzazione nel settore sanitario - Esploreremo come le nuove tecnologie stanno trasformando i modelli di business nell'industria farmaceutica. Grandi aziende farmaceutiche svizzere come Roche e Novartis stanno raccogliendo e analizzando sempre più spesso enormi quantità di dati per personalizzare il trattamento dei "biomarcatori" e rendere più efficienti gli studi clinici. I grandi dirigenti del settore farmaceutico sostengono che questo pone le persone al centro dell'assistenza sanitaria. Ma cosa significa questo per la protezione dei dati e per garantire che queste scoperte vadano a beneficio di coloro che ne hanno più bisogno?  

La globalizzazione è una questione critica anche per la Svizzera, che si colloca tra i paesi più colpiti dal fenomeno.

WEF 2019

Una sessantina di capi di Stato o di governo partecipano a questa edizione del Forum economico mondiale di Davos, in programma dal 22 al 25 gennaio. Tra questi figurano il nuovo presidente brasiliano Jair Bolsonaro e il vicepresidente cinese Wang Qisham. Saranno invece assenti il presidente americano Donald Trump e il francese Emmanuel Macron. La Svizzera sarà rappresentata, tra l’altro, dal presidente della Confederazione Ueli Maurer.

Fine della finestrella





Traduzione di Armando Mombelli

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.