Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

50 anni di previsioni economiche

50 anni di cifre e grafici al servizio dell'economia politica (foto: imagepoint.ch)

Il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo (KOF), un'autorità in materia di analisi economiche, festeggia il suo 50esimo compleanno.

Secondo l’economista sindacale Serge Gaillard il KOF è "un’importante istituzione" soprattutto grazie alla sua indipendenza ed ai suoi modelli.

A tentare di predirre il futuro ci pensano chiromanti e veggenti. Se però si tratta di tracciare il possibile andamento dell’economia svizzera per i prossimi due anni, osservare semplicemente il fondo di una tazza di caffè non basta.

Nell’ambito delle previsioni economiche, il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo è riuscito a costruirsi una solida fama.

Il 15 aprile scorso, l’istituto ha festeggiato il suo 50esimo compleanno con una giornata di giubileo, denominata "KOF: 50 anni a tastare il polso dell’economia", alla quale hanno preso parte numerosi esperti.

A fine settembre ci sarà poi un altro appuntamento significativo per il centro. Bernd Schips, da anni direttore del KOF, se ne andrà in pensione.

Modello scientifico

"Nelle sue previsioni primaverili, il KOF ritiene che nel 2005 l’economia svizzera crescerà del 1.6%". Dietro la diffusione di questo poco appariscente annuncio si cela un complesso e sofisticato modello scientifico, costantemente nutrito con i dati che scaturiscono da regolari sondaggi presso le aziende.

I pilastri che reggono il modello sono la situazione internazionale, le decisioni degli attori economici, la politica fiscale e quella monetaria sia in Svizzera che all’estero e le supposizioni sul comportamento degli Stati, delle aziende e delle singole economie domestiche.

Il vantaggio dell’autonomia

Serge Gaillard, capo economista presso l’Unione sindacale svizzera (USS), ritiene che il KOF sia "un istituto molto importante". Il motivo? Accanto alla Banca nazionale svizzera, il KOF è l’unico centro che dispone della massa critica necessaria per compiere ricerche ed analisi congiunturali in maniera indipendente.

Per Gaillard è dunque molto importante che il KOF e la sua indipendenza siano preservati. "Altrimenti in Svizzera, a proposito della congiuntura, ascolteremmo una sola voce. E ciò sarebbe dannoso per la politica economica".

Piccole cifre...

Le previsioni congiunturali si sono diffuse perché le diverse economie nazionali potessero paragonare il loro stato di salute. Sono però particolarmente importanti perché influenzano le decisioni concernenti gli investimenti.

In caso di crescita negativa, la parola d’ordine è "stringere la cintura", una situazione che genera conflitti in quanto, tradizionalmente, i sacrifici vanno compiuti in primo luogo dagli "altri".

...con un grande significato

Se invece i dati parlano di una maggiore vitalità economica, aumentano pure gli attori economici desiderosi di lanciarsi in qualche progetto.

Questi dati hanno in effetti pure una notevole importanza per le aziende che, sulla loro base, definiscono le strategie d’investimento e le politiche salariali. Gli unici elementi che non sembrano farsi influenzare da queste previsioni congiunturali sono gli onorari dell’élite manageriale delle grandi compagnie. Che crescono costantemente.

Bene pubblico

Secondo Gaillard, il KOF produce dei beni pubblici per i quali esiste una domanda anche da parte della società. "Pure noi utilizziamo le banche-dati del KOF per le nostre analisi semestrali della congiuntura", sottolinea.

L’istituto gode di un’ottima fama. Da migliorare, dice l’economista, è però la collaborazione internazionale, sempre più necessaria.

Metodi costantemente da raffinare

Il rappresentante dell’USS ritiene che il grande vantaggio del modello del KOF sia la sua capacità di essere costantemente adattato ed aggiornato. L’eliminazione degli errori conduce a metodi di misurazione sempre più precisi.

Altri punti a favore del KOF sono gli accenti posti nella ricerca dell’innovazione e nella formazione di giovani ricercatori.

"Al contrario degli altri istituti universitari, il KOF dispone di una struttura capace di garantire continuità e stabilità alla ricerca", rileva Gaillard.

Non una scienza esatta

Tuttavia, nemmeno il modello più sofisticato può trasformare l’economia o il campo delle previsioni congiunturali in una scienza esatta. Dio ha creato gli economisti perché i i meteorologi non siano i soli a sbagliare le previsioni, fa notare con una battuta il direttore del KOF Bernd Schips.

Ma tra la meteo e l’economia esistono differenze sostanziali. Ad esempio, se le previsioni dicono che domani pioverà, nessuno mette in dubbio l’utilità di munirsi di un ombrello...

swissinfo, Renat Künzi
(traduzione: Marzio Pescia)

Fatti e cifre

Nel 1937 è stata fondata la società per le ricerche congiunturali, la base sulla quale è nato e si è sviluppato il KOF.
Le prime previsioni sulla base di modelli del KOF sono state elaborate negli anni 60.
Oggi, il KOF interpella ogni mese circa 6'000 aziende (industria, costruzione, commercio, turismo, architettura e ingegneria) sullo stato dei loro affari.
Su questa base elabora ed attualizza le proprie conclusioni sullo sviluppo economico futuro.

Fine della finestrella

In breve

Il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo è l’istituto congiunturale più rinomato della Svizzera.

Altri istituti del genere sono il BAK di Basilea, il Créa di Losanna, il Segretariato di Stato per l’economia e la Banca nazionale svizzera. Previsioni vengono pure elaborate dalle principali banche del paese (UBS, Credit Suisse, Banca cantonale di Zurigo,...).

Il KOF è l’unico istituto a basare le proprie analisi su un modello scientifico costantemente raffinato.

I suoi parametri sono la situazione internazionale, le decisioni degli attori economici, le politiche fiscali e monetarie in Svizzera e all’estero e le supposizioni sul comportamento degli Stati, delle aziende e delle economie domestiche.

Fine della finestrella


Link

×