Aborto: oltre 160'000 firme contro soluzione termini

Toccherà al popolo svizzero pronunciarsi sulla soluzione dei termini in materia di aborto approvata dal parlamento: gli ambienti antiabortisti che hanno lanciato il referendum hanno infatti raccolto in tutto circa 132'000 firme. A queste si aggiungono 30-35'000 sottoscrizioni racimolate dal PPD, che si ammette deluso del magro risultato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 luglio 2001 - 18:35

Il termine per la consegna per il referendum scade giovedì. L'Aiuto svizzero per madre e bambino ha indicato che il suo «bottino» è di 80'000 firme, alle quali se ne aggiungono 30'000 raccolte dall'associazione «Sì alla vita» e circa 22'000 collezionate dalla Associazione svizzera per la protezione della vita prima della nascita (GLS).

Il Partito popolare democratico svizzero (PPD), che avrebbe voluto raccogliere da solo le 50'000 firme sufficienti per la riuscita del referendum, è rimasto lontano dall'obiettivo, non riuscendo ad andare oltre le 30-35'000 sottoscrizioni, stando alla sua portavoce Sandra Lo Curto.

Un risultato deludente, ha ammesso il capostampa del PPD Paul Felber. A suo avviso, uno dei molti motivi è la mancanza di esperienza del partito in fatto di referendum: per i democristiani questo era infatti il primo.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo