Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Batigroup ritorna in zona utili

(Keystone)

Batigroup ha fatto ritorno in zona utili l'anno passato. L'impresa di costruzioni ha realizzato un risultato netto di 15,1 milioni di franchi, contro una perdita di 49,9 milioni l'anno prima.

In seguito alle dismissioni effettuate nel periodo in rassegna, il giro d'affari lordo ha segnato una contrazione del 4,5 per cento, scendendo a 1,166 miliardi di franchi. L'utile operativo è decisamente migliorato: ha compiuto un balzo da 2,6 a 29,5 milioni di franchi.

Nel 2000 Batigroup aveva deluso gli azionisti a causa delle perdite operative e delle rettifiche di valore, ha osservato Werner Helfenstein, presidente della direzione, presentando i risultati venerdì a Zurigo. «Il 2001 è quindi stato un anno determinate», ha affermato. La direzione ha tutti i motivi per essere orgogliosa dei risultati, secondo Robert Jeker, presidente del consiglio di amministrazione.

Crescita del 60% per le commesse

Tuttavia l'utile rispetto al volume d'affari è ancora modesto, ha ammesso Jeker. Ciò a maggior ragione visto che il dato del 2001 contiene anche un guadagno straordinario di 5,8 milioni derivante dalla cessione di partecipazioni, ha aggiunto il presidente. Ma a causa degli oneri finanziari, pari a 13,4 milioni di franchi, non è stato possibile ottenere un utile più consistente, ha rilevato dal canto suo Helfenstein.

Batigroup è il numero due del settore in Svizzera, dopo la Zschokke. A fine anno le commesse in portafoglio erano a quota 1,256 miliardi di franchi, pari a una crescita del 60 per cento, ha detto Helfenstein. Di tale cifra, 700 milioni provengono dagli enti pubblici e dalle ferrovie.

Nel periodo in rassegna Batigroup è riuscita a ridurre decisamente l'indebitamento, che pesa sull'impresa nata nel 1997 dalla fusione di Preiswerk, Schmalz e Stuag. Roger Levy, direttore delle finanze, ha indicato che i debiti netti sono scesi da 103,3 milioni a 75,8. I relativi costi si attesteranno quest'anno a 6,4 milioni di franchi.

Per la prima volta dalla sua costituzione Batigroup proporrà agli azionisti un dividendo, che ammonterà a 60 centesimi per titolo. Per il 2002 Batigroup si attende una conferma dei risultati dell'anno passato, malgrado la congiuntura sfavorevole nel settore delle costruzioni. L'indebitamento netto dovrebbe essere compresso a 35 milioni di franchi quest'anno e azzerato nel 2003.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza