Che cosa ha significato per voi l'11 settembre?

Gli attentati dell’11 settembre 2001: uno choc collettivo, una cesura nella storia, un momento di riflessione. Come avete vissuto questo avvenimento, che ha in parte cambiato il mondo? E che cosa ne pensate oggi? Partecipate al dibattito.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2011 - 17:29

11 settembre 2011

Quattro voli commerciali sono dirottati per colpire obiettivi civili e militari sul territorio degli Stati Uniti.

Due aerei si schiantano sulle Torri Gemelle del World Trade Center di New York, uno va a colpire il Pentagono (Virginia).

Il quarto velivolo, apparentemente diretto contro il Campidoglio o la Casa Bianca, si schianta in un campo della Pennsylvania

dopo il tentativo di passeggeri ed equipaggio di opporsi ai dirottatori.

Nel più grave attacco terroristico perpetrato su suolo statunitense muoiono quasi 3000 persone di 70 nazionalità.

I sospetti cadono rapidamente sulla rete terroristica Al Qaeda, che poco dopo rivendica gli attentati.

L’operazione, comunicano gli estremisti islamici, è la risposta alla presenza di truppe americane in Arabia saudita (sede della Mecca, il sito più sacro dell’Islam), come pure al sostegno degli Stati Uniti a

Israele e alle sanzioni contro l’Iraq.

L’allora presidente americano

George W. Bush reagisce lanciando la cosiddetta “guerra al terrorismo”. Scopo dichiarato: annientare Al Qaeda e tutte le organizzazioni

estremiste islamiche. Su iniziativa degli Stati uniti, le truppe di una coalizione internazionale invadono l'Afghanistan e l'Iraq.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo