Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Commercio transfontaliero Pacchetti dalla Germania, una soluzione alternativa

Gailingen am Hochrein, vicino a Sciaffusa: qui non ci sono molte attrazioni turistiche. Qualche casa a graticcio, un ufficio doganale e molti, molti svizzeri che vogliono fare la spesa a buon mercato. Vanno soprattutto al magazzino di Daniela Resle e Matthes Mitgau, l’indirizzo tedesco per pacchetti di tutti i tipi diretti in Svizzera.

La signora Restle offre, a chi ha fatto acquisti online, il suo indirizzo come luogo di consegna in Germania e tiene da parte i pacchetti. Ha cominciato nel suo soggiorno tre anni fa, e quest’anno il suo partner ha finito di costruire un intero magazzino.

La signora Restle offre il suo servizio esattamente dove serve, ovvero nel punto in cui il conveniente sistema d’acquisto online tedesco diventa complicato per gli svizzeri: prima della dogana.

Non è raro che i negozi online non consegnino in Svizzera. E quando invece è il caso, il sovrapprezzo è spesso considerevole. Beni di un valore inferiore ai 300 franchi possono essere importati in Svizzera senza dazi doganali, ma se l’ordinazione è effettuata tramite un distributore, si paga anche se il valore della merce supera i 68 franchi.

Per ogni pacchetto ricevuto, immagazzinato e consegnato, la signora Restle domanda dai 2 ai 7 euro, a dipendenza delle dimensioni. A causa dell’evoluzione del tasso di cambio, il suo business è esploso. Servizi come il suo stanno spuntando come funghi lungo il confine tra la Svizzera e la Germania. 

(Foto e testo: Fabian Stamm)


Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.