Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Edipresse: conti in rosso

Il crollo delle entrate pubblicitarie ha ampiamente segnato l'esercizio 2009 dell'editore vodese Edipresse, che ha chiuso l'anno con un deficit di 32,3 milioni di franchi, contro un utile di 30,4 milioni nel 2008.

Fare dei paragoni con il 2008 è comunque difficile, fa sapere lunedì in una nota il gruppo. Infatti, i conti 2009 non includono le attività svizzere progressivamente cedute all'editore zurighese Tamedia.

Sull'esercizio dello scorso anno, oltre al calo della pubblicità, hanno pesato vari elementi straordinari, quali i costi per la ristrutturazione.

Nel marzo 2009, Edipresse aveva infatti ceduto a Tamedia la sua parte internazionale. La fusione ha dato vita a uno dei gruppi più grandi della Svizzera, al quale fanno capo quotidiani quali Tages Anzeiger, Berner Zeitung, Berner Zeitung, Le Matin, 24 Heures, nonché i canali televisivi locali TeleZüri (Zurigo) e TeleBärn (Berna), come pure le stazioni radio Radio 24 e Capital FM.

Venerdì, Edipresse e Tamedia hanno finalizzato la prima tappa della fusione. Il gruppo zurighese è diventato azionista al 49,9% delle attività elvetiche di Edipresse. In una seconda fase – a partire dal 2011 – acquisterà lo 0,2% di quote supplementari, diventando così azionista di maggioranza. Le parti restanti saranno acquisite all'inizio del 2013.

Il gruppo editoriale Edipresse svizzero ha sede a Losanna. Le sue testate giornalistiche principali sono 24 heures, Le Matin, Le Matin Dimanche, Le Temps, Tribune de Genève.

Edipresse pubblica e gestisce inoltre oltre 200 giornali, riviste e siti internet in Europa (oltre alla Svizzera: Francia, Spagna, Polonia, Romania, Russia e Ucraina) e Asia (Hong Kong, Macao, Singapore, Filippine, Malaysia, Taiwan e Thailandia).

swissinfo.ch e agenzie


Link

×