Più personale per tener d'occhio le banche

Il presidente della Commissione federale delle banche vuole allargare la sua squadra. Con la crisi finanziaria, gli effettivi non bastano più.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2008 - 16:22

Attualmente, la Commissione federale delle banche (CFB) può contare su una dozzina di persone per sorvegliare l'operato delle grandi banche. Non bastano più, ha dichiarato al settimanale Finanz und Wirtschaft Eugen Haltiner, presidente della CFB.

«Ci saranno dei rinforzi, sia sul piano del personale, sia su quello dell'organizzazione», ha detto Haltiner. La sorveglianza di UBS e Credit Suisse sarà migliorata in parte già dall'anno prossimo, grazie ad una migliore coordinazione con la nuova autorità di controllo dei mercati finanziari (FINMA).

Ma sarà necessario anche assumere nuovo personale, in parte con profili diversi da quelli attuali. «Dovremmo poter effettuare certi controlli mirati con i nostri effettivi e non, come ora, attribuendo dei mandati a delle società di revisione», ha dichiarato Haltiner.

La CFB desidera inoltre migliorare la collaborazione con le autorità di altri paesi. «La crisi ha mostrato alle autorità di sorveglianza che è necessario intensificare gli scambi d'informazioni e migliorarne la qualità».

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo