Ed a Basilea giunge l'easyHotel

In agosto, Stelios aveva inaugurato il suo primo easyHotel a Londra Keystone

Dopo aver rivoluzionato il mercato dell'aviazione, il fondatore di easyJet ci prova con il settore alberghiero: aperto a Basilea il secondo easyHotel al mondo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2005 - 21:51

Stelios Haji-Ioannou spiega a swissinfo perché ha scelto la Svizzera. E, a sorpresa, annuncia di voler sfidare anche Nicolas Hayek, il padre dello Swatch.

Stelios, come preferisce essere chiamato, aveva fondato easyJet nel 1995 noleggiando due aerei. Da allora, la compagnia è cresciuta tanto da divenire una delle principali compagnie a basso prezzo a livello mondiale.

easyJet è pure la principale utilizzatrice dello scalo di Ginevra ed ha già annunciato di voler espandere le proprie attività anche da e per Basilea.

Lo scorso anno la compagnia aveva invece cancellato i propri collegamenti con Zurigo, principale aeroporto svizzero e casa della compagnia di bandiera Swiss, a causa delle tasse aeroportuali giudicate eccessive.

Il mese scorso Stelios ha aperto il suo primo easyHotel a Londra. Come il suo gemello nella capitale inglese, il nuovo hotel a Basilea, inaugurato lunedì, offre piccole e convenienti camere che possono essere riservate unicamente via internet.

Ma attenzione: le camere sono convenienti se prenotate molto tempo in anticipo. Altrimenti, possono essere anche più care di quanto offre la categoria medio-bassa degli hotel tradizionali.

swissinfo: Passerà la notte all'easyHotel di Basilea?

S.H-I.: Certamente. Pernotterò in una delle camere più piccole, senza finestra. E ne sono felice.

swissinfo: La Svizzera ha la reputazione di essere una destinazione turistica piuttosto cara ma il settore dice di non poter ridurre i prezzi a causa dell'elevato costo delle merci e del lavoro. Che consiglio può dare agli svizzeri?

S.H-I.: Siamo riusciti a dotarci di camere piccole ma accettabili. Tutti si lamentano dei costi elevati delle proprietà immobiliari ma possiamo creare un maggior numero di camere ed avere così un rendimento maggiore.

Nell'hotel di Londra impieghiamo soltanto quattro persone ma riusciamo ad avere una copertura di 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Non offriamo alcun servizio nelle camere e non abbiamo un ristorante.

Penso che il concetto di easyHotel potrà fare la differenza proprio perché la Svizzera è un paese caro in termini di lavoro e proprietà. Ritengo possa funzionare ovunque i salari ed i prezzi degli immobili sono elevati. La Svizzera calza dunque a pennello.

swissinfo: Basilea e soprattutto Ginevra sono diventati degli importanti hubs per easyJet. Considera la Svizzera come un mercato di prova per i suoi affari?

S.H-I.: Il gruppo easyJet ed io personalmente ho una certa affinità con la Svizzera grazie alle nostre passate battaglie con (l'ormai defunta) Swissair. Ho un ricordo molto vivo di quei giorni nel 1998 quando cercavamo di inserirci a Ginevra e di aprire i cieli svizzeri.

Ora qui siamo molto ben conosciuti, penso che a Ginevra siamo ormai quasi la compagnia di casa e la popolazione della città ci considera la "propria" compagnia. Quando penso ad un nuovo business, rifletto anche a come collegarlo alla Svizzera.

swissinfo: Quali sono i suoi piani per il futuro, oltre a easyHotel?

S.H-I.: Finora ho creato una quindicina di prodotti. easyJet è stato il primo e easyWatch.com, un sito per la vendita online di orologi, l'ultimo.

swissinfo: Intende sfidare l'industria orologiera svizzera?

S.H-I.: Voglio sfidare Nicolas Hayek, presidente del gruppo Swatch.

swissinfo: Alcuni direbbero che il vostro approccio al business è molto simile...

S.H-I.: Lo ammiro per quello che ha fatto. Credo si tratti di un grande imprenditore, ma penso non abbia totalmente compreso il potere di internet per la vendita al dettaglio. Lui continua a vendere la maggior parte dei suoi orologi nei negozi. easyWatch.com proverà a cambiare il modo in cui la gente acquista un orologio.

Intervista a cura di swissinfo, Dale Bechtel
(traduzione: swissinfo, Marzio Pescia)

Fatti e cifre

1995: fondazione di easyJet.
1998: creazione di un'intera gamma di servizi secondo il concetto "easy": noleggio auto, musica online, servizi di telecomunicazione,...
2005: inaugurazione degli easyhotel di Londra e Basilea.

End of insertion

In breve

Le camere dell'easyHotel, a Londra come a Basilea, sono piccole ma pulite, con bagno ma senza mobili.

La scelta comprende camere molto piccole (very small), piccole (small) o standard. Alcune non hanno la finestra. Le riservazioni possono essere fatte soltanto tramite internet.

In occasione dell'inaugurazione del secondo easyHotel nel mondo, a Basilea, Stelios ha sottolineato come, senza alcuna pubblicità, l'hotel di Londra già faccia figurare un tasso d'occupazione superiore al 90%.

Nel corso della sua prima settimana d'apertura, il 50% delle camere nell'hotel di Basilea sono già prenotate.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo