Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Expo.02 aspetta gli stranieri

Expo.02 resta ancora poco conosciuta all'estero.

(expo02.ch)

All'estero i media sono entusiasti. Ma la gente comincia solo ora ad informarsi. Expo.02 è pronta a reagire con una nuova campagna, se necessario.

In due mesi. L'esposizione nazionale svizzera ha attirato 150mila visitatori dall'estero: il 5% del totale. Poco se si pensa che l'obiettivo è di raggiungere il 20% fino alla fine d'ottobre. La direzione di Expo conta sulle vacanze estive, che cominciano adesso in Germania e Francia.

"Siamo ottimisti, ottimisti ma sul chi vive " spiega Rainer Müller, direttore marketing di Expo.02. Teniamo d'occhio i nostri obiettivi giorno per giorno, se il bilancio non migliora, siamo pronti ad intervenire con una nuova campagna per l'estero entro due settimane."

I paesi confinanti

L'Expo.02 è un'esposizione Nazionale, non dimentichiamocelo. Quindi sono soprattutto gli svizzeri che ne segneranno il destino. L'anno scorso hanno visitato la Svizzera 14 milioni di turisti: 8 in estate e 6 in inverno. Di questi la maggioranza erano tedeschi, ben 2 milioni, seguiti da americani (882mila), inglesi (662mila), francesi (603mila), giapponesi (523mila), italiani (440mila), olandesi (313mila), belgi (290mila), spagnoli(150mila) e austriaci (147mila).

Ad un obiettivo di un milione di visitatori per Expo.02 si è arrivati attraverso una tripla segmentazione, come spiega a swissinfo Rainer Müller: "Innanzi tutto le zone confinanti tedesche e francesi, cioè persone che possono arrivare nella regione dei tre laghi con un'escursione di un giorno, facendo un viaggio di meno di due ore e mezza." Nella vicina Francia si tratta di un totale di 5,6 milioni di persone, 2,2 milioni in Germania.

I turisti che sono già in Svizzera

Il secondo segmento su cui si è puntato è costituito dai turisti che vengono in Svizzera attratti dalle mete tradizionali, come Interlaken, Lucerna, l'Oberland bernese, le città, ecc. "Insieme agli uffici turistici abbiamo cercato di fare in modo che proponessero anche un'escursione di un giorno sulle arteplages".

Con i 30 principali tour operators stranieri che organizzano viaggi in Svizzera vi è stata una forte collaborazione: circa 40 milioni di pagine di cataloghi parlano di Expo.02 all'estero! Anche le pagine di giornali e riviste sono parecchie, in particolare in Francia e in Germania. In Italia sono apparsi articoli sui principali quotidiani e "Abitare", la rivista d'architettura vi ha dedicato uno speciale di 16 pagine. I radiogiornali, i telegiornali e le trasmissioni di viaggi e cultura seguono il trend e ci si aspetta l'effetto palla di neve.

Ma una campagna imperniata soprattutto sui media, senza pubblicità diretta alla televisione, non è un po' poco per un obiettivo così ambizioso come arrivare a far sì che un visitatore su cinque all'Expo sia straniero?

Obiettivo ancora realizzabile

Il budget per la promozione dell'Expo all'estero era di 5 milioni di franchi, di cui solo due milioni per la pubblicità. "Secondo un nostro sondaggio, in Francia e Germania il livello di conoscenza e l'intenzione di visitare l'Expo è buono. Se dobbiamo credere alle cifre, ci sono 700mila persone che dicono di voler visitare l'Expo. Aggiungendo i 150mila visitatori stranieri che abbiamo avuto finora, i turisti già in Svizzera, e gli svizzeri residenti all'estero (la cosiddetta Quinta Svizzera), il nostro obiettivo ci pare sempre realistico" dice Rainer Müller, aggiunge: "Una campagna di spot pubblicitari televisivi a livello nazionale, in Italia, Francia, Germania sarebbe troppo cara."

Italia

In Italia le vacanze scolastiche sono già cominciate a metà giugno, ma solo da un paio di settimane la gente ha cominciato ad informarsi su Expo 02. L'agenzia Girasole di Milano, che vende viaggi in Svizzera, ha ad esempio ricevuto diverse richieste di informazioni negli ultimi giorni, ma per ora nessuna prenotazione.

Il numero verde di Switzerland Destination Management in Italia ha ricevuto in particolare 369 chiamate nella prima settimana di luglio: molti hanno chiesto informazioni sulla Svizzera, ma solo sette sono state le prenotazioni, e tutte per le città. Nessuna per l'Expo. Tradizionalmente gli italiani fanno le vacanze in agosto, quindi un margine c'è ancora. Sempre che il maltempo non ci metta lo zampino.

swissinfo


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.