Giro d'affari in flessione nel primo semestre per la Syngenta

Keystone

La Syngenta ha realizzato un giro d'affari di 4,031 miliardi di dollari nel primo semestre, in flessione del 9 per cento rispetto al periodo corrispondente dell'anno scorso. L'utile netto è rimasto pressoché invariato a 400 milioni di dollari (399 milioni di dollari). Lo ha rivelato giovedì a Basilea la stessa multinazionale agrochimica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 agosto 2001 - 11:57

L'utile prima della deduzione di interessi, imposte e ammortamenti (Ebitda) si è attestato a 1,059 miliardi di dollari, contro 1,160 miliardi nei primi sei mesi del 2000. Il margine operativo lordo è rimasto stabile al 26,3 per cento, rileva l'impresa attiva nell'agribusiness in una nota. .

La Syngenta ha annunciato che quest'anno mira a comprimere i costi per 150 milioni di dollari; in precedenza si era data per obiettivo risparmi di 90 milioni di dollari. Verosimilmente il fatturato non registrerà un incremento nella seconda metà dell'anno. Tuttavia, grazie all'accelerata riduzione dei costi, il margine operativo lordo dovrebbe aumentare, prosegue la nota.

La Syngenta è nata lo scorso autunno dalla fusione delle attività agrochimiche di Novartis con l'impresa anglo-svedeseAstraZeneca, attiva nel medesimo campo.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo