Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gli analisti prevedevano le difficoltà

Le difficoltà del settore e la pesantezza di Rentenanstalt/Swisslife in particolare sono note da tempo.

Gli analisti non sembrano sorpresi e apprezzano i primi segnali inviati dalla direzione.

I risultati di Rentenanstalt/Swiss Life non sorprendono gli analisti. Le dimensioni della perdita erano attese, vista la situazione complessiva delle compagnie assicurative. Gli esperti si augurano invece maggiori precisazioni per quanto riguarda le ristrutturazioni annunciate dal gruppo.

«Tutti gli assicuratori sono sotto pressione», osserva Michel Wiederkehr, analista presso la Banca cantonale vodese (BCV). Viste le circostanze, la perdita netta di 386 milioni è conforme alle previsioni.

Non solo nero

In particolare le buone performance nel comparto vita hanno sorpreso positivamente. I premi lordi incassati sono progrediti del 6 per cento, a parità di tassi di cambio, salendo a 10,4 miliardi di franchi. Il settore non vita ha perfino registrato una progressione del 14 per cento. Si tratta di un buon risultato secondo Wiederkehr.

L'analista mette inoltre in rilievo che il numero uno svizzero dell'assicurazione vita e della previdenza professionale ha ridotto la sua esposizione in titoli azionari al 3 per cento, dal precedente 7 per cento. Wiederkehr si chiede come il gruppo riuscirà ad assicurare rendimenti elevati con tali cifre.

La focalizzazione nel settore vita - in linea con la tendenza del settore - è giudicata positivamente dall'esperto. Ma mancano ancora i dettagli: «il gruppo deve fornire più informazioni per dare credibilità alla propria azione», rileva Wiederkehr. Ciò vale in particolare ad esempio per quanto riguarda le condizioni dell'aumento del capitale.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.