Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gli unici sci svizzeri si difendono bene

Ambrosi Hoffmann sembra scrutare attentamente i suoi sci

(Keystone Archive)

Microimpresa nel contesto dei Mondiali di St.Moritz, la marca elvetica di sci Stöckli sponsorizza un gruppetto di corridori elvetici, tra i quali Ambrosi Hoffmann.

Gli ultimi sci svizzeri da competizione si fabbricano a Malters, presso Lucerna.

L'azienda lucernese ha sfiorato il colpaccio questo weekend a St.Moritz. Il giovane grigionese Ambrosi Hoffmann ha portato in alto i colori della marca Stöckli. Per soli quattro centesimi di secondo ha infatti mancato il podio nel Super G dei Campionati mondiali di sci.

Grazie a questo exploit la marca svizzera ha beneficiato di un importante effetto mediatico, confermando la qualità del materiale e la propria competenza tecnologica.

I vantaggi della diversificazione

Fondata nel 1935 da Josef Stöckli, la ditta ha saputo adeguarsi e sopravvivere in un mondo dal quale Authier, Streule e Attenhofer sono scomparse. Le recenti imprese della Stöckli sono dovute alla sua diversificazione negli ambiti degli equipaggiamenti, dell'abbigliamento e delle biciclette.

«Ai nostri livelli non è possibile realizzare guadagni con la fabbricazione di sci», specifica Sylvan Nideröst, responsabile del marketing della Stöckli. «Tuttavia il marchio di fabbrica è necessario per farsi conoscere. Quindi, tenuto conto dei nostri limiti finanziari, abbiamo optato per una piccola squadra per la qualità.»

«Il nostro scopo non è distribuire 300 o 400 mila paia di sci all'anno, aggiunge l'attuale capo dell'azienda di famiglia, Beni Stöckli. Dobbiamo crescere ma senza rischiare di produrre in eccedenza.»

La Stöckli dichiara una cifra d'affari di 40 milioni di franchi per il 2002. Nella sua fabbrica impiega solo 40 persone e fabbrica annualmente 42'000 paia di sci. L'esperienza nel campo e l'alta qualità tecnologica dei suoi prodotti sono caratteristiche che le garantiscono di sopravvivere.

I prototipi della stagione 2004/2005

Il centro nevralgico dell'azienda, il settore sviluppo e ricerca, sta già mettendo a punto i prototipi per la stagione 2004/2005, poiché dalla concezione alla vendita nei negozi, passando dalla creazione sul computer alla fabbricazione e ai test, la nascita dello sci dura più di un anno.

E' questa la ragione per cui i modelli del prossimo anno escono attualmente dalla pressa dell'azienda di Malters. Qui, proprio di recente, è stata creata una nuova superficie di 600 m2 per il controllo della qualità e lo sviluppo. Costo dell'investimento: due milioni di franchi.

Infine, l'immagine di marca impone una presenza competitiva nel circo bianco. Stöckli ha scelto di sostenere solo pochi atleti elvetici in Coppa del Mondo e in Coppa d'Europa.

Ambrosi Hoffmann, autore di prove eccezionali a Wengen e a Kitzbühl quest'anno, è attualmente il principale ambasciatore della marca. Con la sua prestazione di St.Moritz lo ha appena confermato.

Swissinfo, Matthias Froidevaux
(Traduzione: Rolando Stocker)

Fatti e cifre

Stöckli fabbrica 40'000 paia di sci all'anno
400 paia di sci da competizione, 100 dei quali sono per Hoffmann
Cifra d'affari: 40 milioni all'anno
42 impiegati negli stabilimenti di Malters

Fine della finestrella

In breve

La Stöckli è l'ultima fabbrica che produce sci in Svizzera. E' riuscita a mantenersi in vita grazie a una politica aziendale vocata alla diversificazione. Solo un terzo dei 400'000 sci prodotti annualmente vengono esportati.
Per mettersi in vetrina ad alto livello ha bisogno di exploit come il quarto posto di Ambrosi Hoffmann ai Mondiali in Supergigante.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×