Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gottardo: raddoppio in consultazione

Il raddoppio promosso del tunnel dà da discutere e lascia spazio a manovre e tattiche politiche

(Keystone)

Il raddoppio della galleria Gottardo verso i tempi lunghi. La commissione del Nazionale rallenta la procedura dell'iniziativa parlamentare Giezendanner.

"Si tratta di apportare una modifica alla costituzione e perciò una procedura di consultazione risulta opportuna", ha spiegato Peter Vollmer, presidente della commissione dei trasporti (CIT) del Consiglio nazionale. Per 14 voti a 9 la CIT ha sostenuto l'idea di sospendere l'iniziativa parlamentare dell'UDC Ulrich Giezendanner e di sottoporla all'esame di partiti, cantoni e organizzazioni interessate rallentando così di 9 mesi il suo arrivo sui banchi del parlamento.

Ritardi tattici

L'iniziativa Giezendanner, che chiede l'avvio della pianificazione della seconda galleria autostradale al San Gottardo, era già stata tradotta in un nuovo articolo costituzionale dalla subcommissione creata ad hoc alla fine dello scorso mese di agosto allo scopo di metterla in votazione entro la fine del 2002. Ma proprio la stessa subcommissione ha proposto alla CIT di effettuare una consultazione rallentando così i tempi. Una decisione presa nell'interesse della chiarezza procedurale, ma dettata anche da considerazioni di ordine tattico-politico.

In questo modo, a livello di iter parlamentare, la proposta Giezendanner potrebbe essere raggiunta dall'iniziativa popolare "Avanti" e dal relativo controprogetto del Consiglio federale, ha precisato Vollmer. Entro fine maggio il governo dovrà infatti presentare l'annunciato pacchetto di misure in favore della mobilità quale controproposta all'iniziativa del TCS che da parte sua chiede, tra l'altro, anche un raddoppio del tunnel tra Göschenen e Airolo, raddoppio a cui Berna si oppone. Il delicato dossier potrebbe così essere trattato in blocco dalle Camere.

Sebbene l'intenzione della CIT sia di tenere separati due progetti, non è escluso che la maggioranza borghese in parlamento, favorevole al raddoppio, tenti di inglobare l'iniziativa Giezendanner al controprogetto del governo. Lo ha lasciato intendere il presidente della subcommissione, il democristiano Alex Heim.

Le accuse degli oppositori

Consapevole di questa possibilità il Comitato contrario all'iniziativa Avanti ha criticato i "giochini tattici" della commissione, giochini che dimostrerebbero la debole posizione dei fautori del secondo tunnel. Le organizzazioni ambientaliste ritengono di avere buone chance di impedire un raddoppio in caso di una votazione separata e in tempi brevi su questo progetto.

La battaglia politica sul San Gottardo rischia dunque di tenere banco ancora per molto tempo. La scadenza per una votazione popolare sull'iniziativa Avanti potrebbe essere rinviata anche fino alla primavera del 2004.

Luca Hoderas

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×