Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

I top manager elvetici non amano l'abbraccio con Morfeo

Secondo gli esperti dormire è più importante che mangiare.

(www.nannitaly.com/www.cinque-terre.it)

I top manager svizzeri dormono poco, secondo gli esperti troppo poco. Lo rivela un'inchiesta pubblicata giovedì dal settimanale svizzero-tedesco «Cash».

Tutti i dirigenti, interpellati nell'ambito di dell'inchiesta, passano a letto almeno 1-2 ore in meno delle 7-8 considerate necessarie per una vita sana. Non mancano poi coloro che tirano la corda: ad esempio da settimane André Dosé dorme solo tre ore per notte. Stando a quanto riferisce oggi il settimanale economico zurighese, il neopresidente della direzione generale di Swiss riesce così a lavorare per 18 ore. Per «stare in piedi» prende ogni mattina un concentrato di vitamine.

Sonni molto corti

Dosé rappresenta forse il caso più estremo, ma anche altri manager risparmiano sui tempi di riposo: sempre nell'ambito Swissair, al commissario concordatario del gruppo Karl Wütrich bastano in media cinque ore e mezza di sonno, e non è raro che la sua giornata cominci quindi alle due del mattino. Proprio l'ora in cui si corica il presidente della società Mistery Park di Interlaken, Oskar Schärz, che rimane a letto però non oltre le sette del mattino e dorme quindi al massimo cinque ore.

Urs Fischer, presidente della direzione generale di Ascom, rimane nelle braccia di Morfeo non oltre sei ore (ma in certi periodi anche meno), tanto quanto il suo collega alla guida della Posta, Ulrich Gygi. Mezz'ora in più dormono i CEO di Sunrise Kim Frimer e di Kuoni Hans Lerch. Sette ore bastano a Benedikt Weibel (FFS) ed a Jens Alder (Swisscom). Fedeli alla tradizione di discrezione bancaria, i boss di UBS, Marcel Ospel, e Credit Suisse, Lukas Mühlemann, non vogliono invece rivelare le loro abitudini.

Mancanza di riposo preoccupante

Secondo «Cash» i risultati del sondaggio sono scioccanti: mentre i piloti, i camionisti ed i tassisti sono tenuti a rispettare tempi minimi di riposo, i quadri delle aziende non sono sottoposti a nessuna regolamentazione. Nelle situazioni di crisi la mancanza di riposo può però spingere a decisioni errate con conseguenze altrettanto nefaste.

Secondo gli esperti il bisogno di sonno varia da individuo ad individuo, ma è immutabile: non può essere cambiato con l'allenamento o la buona volontà. Ed a lungo andare le conseguenze di una sua carenza sono pesanti; gli esperimenti sui ratti hanno dimostrato che dormire è più importante che mangiare. Inoltre, stando ad uno studio americano l'aspettatitiva di vita delle persone che dormono troppo poco è del 15 per cento inferiore alla media. Il commento di «Cash», riassunto nel titolo di prima pagina: «I nostri manager andrebbero mandati a letto».

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.