I treni europei gettano il guanto della sfida all'aereo

Le FFS partner di un'alleanza europea sui binari SBB

Sette compagnie ferroviarie europee - fra le quali anche le Ferrovie federali svizzere (FFS), ma non quelle italiane - hanno fondato la rete Railteam, per essere una vera alternativa all'aereo e all'auto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2007 - 19:27

Questa alleanza sui binari si prefigge di trasportare almeno 25 milioni di viaggiatori entro il 2010. Dieci milioni in più rispetto ad oggi.

Viaggiare con i treni ad alta velocità in Europa diventerà dunque più comodo e veloce. Railteam – come è stato sottolineato Lunedì a Bruxelles - migliora infatti la collaborazione fra i diversi operatori ferroviari nell'alta velocità.

L'attuale sistema collega già tutte le principali destinazioni europee (un centinaio di città) e 120 milioni di persone, su un totale di oltre 4700 km. Entro il 2010 la rete dovrebbe aumentare a 6000 km ed entro il 2020 addirittura triplicarsi.

Una risposta alle alleanze del cielo

Secondo gli osservatori l'operazione è da leggere anche come una risposta alle alleanze nel settore del trasporto aereo, che fanno sempre più concorrenza alla ferrovia nei viaggi fra le città proponendo spesso prezzi stracciati riducendo al minimo le prestazioni di accoglienza sui voli.

L'obiettivo di Railteam è di attirare almeno 25 milioni di viaggiatori da qui al 2010 - ossia dieci milioni in più rispetto alla situazione attuale – rubando ai voli a corta distanza un 5% della quota di mercato.

Principale criterio di questa nuova alleanza sui binari è la qualità. Oltre alle FFS, fanno parte di Railteam anche DB (Germania), SNCF (Francia), Eurostar (Regno Unito, Francia e Belgio), NS Hispeed (Paesi Bassi), ÖBB (Austria) e SNCB (Belgio). La nuova collaborazione ferroviaria si estende da Vienna ad est fino a Nantes ad ovest e da Amburgo a nord fino a Marsiglia a sud.

Accanto a treni ad alta velocità come il TGV, ICE, Eurostar o Thalys, sulla nuova rete è atteso per la fine del 2008 anche il nuovo treno austriaco Railjet. Non fanno ancora parte della nuova alleanza i treni veloci quali l'italiano Pendolino e lo spagnolo Ave.

Il viaggiatore al centro

Il miglioramento delle prestazioni offerte da Railteam passa attraverso la proposta di migliori coincidenze e un'informazione completa e plurilingue. E' pure garantito un servizio di accompagnamento tanto a bordo dei treni quanto nelle stazioni, anche in caso di traffico perturbato.

Se un passeggero dovesse perdere la coincidenza a causa di un ritardo, potrà salire sul treno successivo senza dove modificare il proprio biglietto, indipendentemente dalla tariffa.

Verrà anche migliorata la vendita dei biglietti attraverso la creazione di una piattaforma comune che permettere l'accesso all'insieme delle offerte dei partner. L'investimento totale per la nuova piattaforma di distribuzione ammonta a circa 50 milioni di franchi, coperti dalle diverse compagnie ferroviarie interessate.

Il peso dell'ecologia

Non è ancora nota quale sarà la politica dei prezzi. Sono tuttavia allo studio delle soluzioni per fidelizzare il cliente, un'idea per premiare soprattutto le persone che viaggiano con maggiore frequenza.

La nuova associazione fa inoltre notare che il treno è di gran lunga il mezzo di trasporto più ecologico, giacché consuma meno energia rispetto agli altri vettori. Uno studio realizzato in Gran Bretagna rivela che i voli Londra-Parigi e Londra-Bruxelles generano un quantità di emissioni di Co2 dieci volte superiore rispetto ad un Eurostar sullo stesso percorso.

swissinfo e agenzie

sciopero in germania

I ferrovieri tedeschi hanno cominciato lunedì uno sciopero come misura alle rivendicazioni salariali. L'interruzione del lavoro non hanno avuto conseguenze sui collegamenti con la Svizzera.

Il sindacato dei meccanici ha annunciato per martedì un'interruzione del lavoro tra le 6 e le 9 della mattina. La quasi totalità dei treni potrebbe restare bloccata in stazione. In Germania lo sciopero nel settore ferroviario è molto raro.

End of insertion

In breve

La rete ferroviaria europea ad alta velocità cresce sempre più rapidamente. Attualmente il servizio offre una linea ad alta velocità di 4700 km, che si prevede raggiungerà 6.000 km entro il 2010 e 7.500 km entro il 2020 con una quantità di collegamenti transfrontalieri.

End of insertion

gli svizzeri amano il treno

Nel 2005 ogni svizzero ha preso in media il treno 42 volte. Si tratta di un record europeo. Su scala mondiale solo i giapponesi hanno fatto meglio.

Nello stesso periodo in Europa, i danesi e i lussemburghesi hanno preso il treno 28 volte, gli austriaci 24, i tedeschi 22 e gli olandesi 20.

Gli svizzeri sono campioni del mondo in termini di distanze. Nel 2005 ogni abitante ha percorso in media 1929 km. Il Giappone arriva secondo con 1926 km percorsi.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo