Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

I treni in ritardo accorciano i bonus dei boss

22 giugno 2005: migliaia di viaggiatori attendono in tutto il paese che i treni ripartano

(Keystone)

Il presidente del consiglio di amministrazione delle FSS ha criticato i troppi ritardi sui treni svizzeri e il mancato raggiungimento del risultato finanziario.

Thierry Lalive d'Epinay annuncia perciò una riduzione dei compensi di fine anno rispetto al 2004 per la direzione delle FFS. E prevede anche tagli d'impieghi.

Poiché i treni registrano troppo spesso ritardi, annuncia il presidente del consiglio di amministrazione Thierry Lalive d'Epinay, i premi per la direzione verranno decurtati. È logico, ammette da parte sua il direttore generale delle Ferrovie federali svizzere (FFS) Benedikt Weibel.

Le FFS hanno un problema con la puntualità. Lo sottolinea Lalive d'Epinay in una intervista alla «NZZ am Sonntag». Ciò si verifica soprattutto sulla linea tra Berna e Zurigo.

In orario il fine settimana

Della stessa opinione è Weibel. «Ogni giorno dobbiamo raggiungere un livello di puntualità del 95 %. Ciò non è sufficiente, quando abbiamo ottimi risultati soprattutto il fine settimana», dichiara in una intervista alla «SonntagsZeitung».

Il fatto che l'obiettivo puntualità non sia soddisfacente, come pure il risultato finanziario, avrà ripercussioni sugli stipendi della direzione secondo il presidente delle FFS. «Il bonus sarà certamente più magro rispetto a quello del 2004».

Una conclusione che è comprensibile per Weibel. Quest'anno non riceverò l'intero bonus, in quanto non abbiamo realizzato i nostri obiettivi, precisa.

Da ricordare che nel 2005, il 22 giugno, si è verificata la panne più grave nella storia delle Ferrovie federali svizzere, una panne che ha paralizzato per diverse ore l'intera rete.

Causata da una concatenazione di fattori e di errori imprevisti, non aveva però fatto cadere nessuna testa nel consiglio d'amministrazione.

Deficit di milioni

Thierry Lalive d'Epinay si attende per quest'anno un deficit della grandezza di milioni a tre cifre. Inoltre occorre ancora tenere conto degli ammortamenti necessari per la cassa pensioni delle FFS. Egli spera che il Consiglio federale offra presto una soluzione a questo problema.

A causa della difficile situazione finanziaria, non è escluso che impieghi debbano essere soppressi nel settore del traffico passeggeri, sottolinea Lalive d'Epinay.

«Cerchiamo di ottimizzare le nostre prestazioni senza cancellare posti di lavoro. Se comunque tagli saranno necessari, noi prenderemo di mira dapprima l'amministrazione e non direttamente i lavoratori».

Venerdì le FFS, avevano annunciato la soppressione di impieghi nel settore del traffico merci.

swissinfo e agenzie

In breve

Ogni anno le FFS trasportano più di 253 milioni di viaggiatori e circa 58 milioni di tonnellate di merci.

In circa 800 stazioni un treno parte ogni ora o ogni mezzora.

Nel 2004, le FSS impiegavano 28 351 persone (-1,2% in rapporto al 2003)

Nel primo semestre del 2005 il deficit delle Ferrovie Federali Svizzere era di 36,6 milioni di franchi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×