Il business plan di Crossair all'esame di esperti

Keystone

Gli ambienti economici e il governo vogliono una perizia indipendente per il "business plan" di Crossair.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2001 - 11:55

È quanto emerso da un incontro avvenuto tra la delegazione dell'Esecutivo e alcuni rappresentanti dell'economia. Alla riunione ha partecipato anche Ruedi Jeker, capo del Dipartimento dell'economia del Cantone Zurigo.

I partecipanti sono stati informati da André Dosé, presidente della direzione di Crossair, Mario Corti, amministratore delegato di Swissair, e Andreas Schmid, direttore dell'aeroporto di Kloten sui dettagli discussi domenica dalla task force. Le parti hanno convenuto di chiedere a esperti indipendenti di analizzare nei prossimi giorni il «business plan» della nuova compagnia.

Nella sua prossima seduta, in programma mercoledì, il Consiglio federale fornirà una prima valutazione e si occuperà anche della questione di un eventuale finanziamento supplementare dei voli di lungo raggio di Swissair fino al termine della creazione della nuova compagnia da parte di Crossair. Discuterà anche di una partecipazione limitata al capitale azionario della nuova compagnia.

Dal canto loro, i rappresentanti dell'economia hanno accettato di esaminare nei prossimi giorni, in base all'analisi del «business plan», una partecipazione finanziaria alla nuova compagnia. Le parti sono convinte che il nuovo progetto potrà sorgere soltanto se poteri pubblici ed economia privata uniranno gli sforzi.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo