Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il trampolino dei "gauchos elvetici"

Alla ricerca di un futuro migliore

(swissinfo.ch)

Gli svizzeri dell'estero che rientrano in Patria hanno accesso, come qualsiasi altro cittadino, all'aiuto sociale pubblico.

Un paracadute che gli svizzeri d'Argentina utilizzano come chiave per velocizzare il reinserimento nella società d'origine.

La protezione sociale svizzera scatta automaticamente al rientro in Patria per i doppi nazionali, ossia per coloro che oltre alla nazionalità elvetica hanno acquisito anche quella del Paese d'emigrazione. È il caso del 90 percento dei quasi 15 mila svizzeri d'Argentina.

Effetto valanga

Mutate le condizioni di partenza, l'ondata migratoria si è trasformata.

Confinato alla storia il fiume in piena delle epiche partenze di interi gruppi familiari. L'emigrazione svizzera, iniziata nella seconda metà dell'Ottocento e conclusasi nei primi quattro decenni del secolo scorso.

La Svizzera, l'Europa, dopo aver vissuto la prima parte del fenomeno, conoscono ora l'ondata di rientro dei propri discendenti. .

La dinamica è quella classica dei movimenti migratori indotti da ragioni economiche, alla ricerca di un futuro migliore.

Scelta obbligata

Esclusi in Argentina dall'aiuto sociale della Confederazione, riservato all'estero ai cittadini con la sola nazionalità svizzera, i "gauchos elvetici" rientrano.

In Patria il discorso si capovolge. L'aiuto sociale accompagna lo svizzero che rimpatria nel processo di inserimento.

Gli assistiti della Pampa

I primi sei mesi dal rientro - il periodo di tempo cui lo svizzero che rimpatria ha diritto a far ricorso alle prestazioni della cassa disoccupazione -vengono investiti in formazione.

Pascale Gigandet, responsabile della comunicazione dell'Hospice général, strumento della politica sanitaria, sociale e dell'alloggio del Canton Ginevra.

"La tendenza che riscontriamo è che gli svizzeri d'Argentina rimpatriati utilizzano l'aiuto sociale come un'opportunità per studiare o perfezionare una delle lingue nazionali e velocizzare il rientro nel mercato del lavoro".

Confederazione, Cantoni, Comuni

I settori di competenza e di intervento per gli svizzeri dell'estero che rientrano, sono ripartiti e compartiti tra Confederazione, Cantoni e Comuni d'origine.

Berna è garante finaziariamente per i primi tre mesi dal rientro. Dal quarto mese palla e competenze passano ai Cantoni.

Ginevra a metà novembre registrava 174 casi tra individuali e gruppi familiari. Circa il 40 percento gli svizzeri d'Argentina. In aumento rispetto allo scorso anno quando erano il 7 % dei 135 rimpatriati presi a carico dall'asssienza sociale del Canton Ginevra.

Fiume in piena

Un'impennata di rimpatri riflesso dell'assenza di prospettive sociali ed economiche nell'odierna Argentina.

Rolf Lüthi è il responsabile dell'Aiuto sociale degli Svizzeri all'estero, la Sezione dell'Ufficio federale di giustizia competente in materia.

"Dall'Argentina, ma anche da altre zone di crisi dell'America Latina e del mondo prevediamo un'accentuarsi del fenomeno dei rimpatri".

I Rückwanderung, ossia gli svizzeri che rimpatriano nella definizione del signor Lüthi, hanno fatto sforare il budget 2002.

La barca non è piena

Zurigo è, assieme a Ginevra, il Cantone più gettonato nell'elezione del domicilio degli svizzeri dell'estero che rimpatriano. Maggiori opportunità di lavoro per il candidato, ma anche impennata dei costi sociali, determinata dalla variabile del sostegno all'alloggio.

A Ginevra ed a Zurigo i 1.000 franchi a persona, 1.300 in coppia e 1.600 per famiglia dell'aiuto sociale non sono sufficienti a coprire gli affitti.

L'insufficiente offerta del mercato immbiliare impone il ricorso al settore alberghiero e la conseguente esplosione del costo legato alla voce contabile "alloggio" nel bilancio sociale di Cantoni come Zurigo e Ginevra.

La tutela dei diritti degli svizzeri che rimpatriano passa anche attraverso Paul Benkö.

È il suo lavoro ai Servizi sociali del Canton Zurigo: "In Svizzera non si fanno distinzioni tra mono e binazionali".

Sergio Regazzoni, swissinfo

In breve

Filippine, Slovenia, Stati Uniti, Germania, Francia, Costa d'Avorio, Thailandia, Perù, Canada, da tutte le parti del mondo.

Gli svizzeri dell'estero che rientrano sono in aumento, soprattutto dall'Argentina e dall'America Latina in generale.

Lontani dalla Patria l'aiuto sociale della Confederazione fa una distinzione tra svizzeri e doppi nazionali.

Rimpatrio e accesso all'ombrello dell'aiuto sociale vissuti in positivo.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

174 i casi a carico dell'assistenza nel Canton Ginevra
40 la percentuale degli svizzeri d'Argentina
227 milioni la fattura sociale 2001 del Canton Ginevra
Sui 300 milioni la spesa sociale del Canton Zurigo
6,5 milioni il budget 2002 della Confederazione per l'aiuto sociale agli svizzeri dell'estero

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×