La Finlandia ben più competitiva della Svizzera

Competizione economica come una corsa in continua evoluzione Keystone Archive

La Finlandia è il paese più competitivo a livello mondiale, secondo un rapporto pubblicato a Ginevra ad opera del Forum economico mondiale (WEF). La Svizzera si classifica al 15esimo posto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2001 - 19:03

Più di 4'600 dirigenti aziendali e uomini d'affari sono stati interrogati nell'ambito del sondaggio, indica il WEF. Lo studio, pubblicato ogni anno dal 1979, è realizzato in collaborazione con l'università americana di Harvard e ha tenuto conto di 75 paesi.

Due gli indici calcolati dagli esperti: uno misura il potenziale di crescita dell'economia per i prossimi cinque anni, l'altro considera i fattori che contribuiscono alla produttività attuale.

La Finlandia figura in prima posizione nelle due classifiche, superando gli Stati Uniti che l'anno scorso erano al primo posto nell'elenco basato sulle potenzialità future. La Svizzera figura al 15esimo posto per quanto riguarda le prospettive.

«Abbiamo dato un taglio differente all'analisi quest'anno e così il paragone con l'anno scorso è difficile», ha detto all'Ats Peter Cornelius, uno degli autori dello studio. In particolare alla tecnologia e all'innovazione è stato riservato uno spazio maggiore, principalmente nel settore dell'informazione e della comunicazione.

Nell'ambito della tecnologia, che sta alla base della crescita futura secondo gli autori del rapporto, la Svizzera si classifica solo in 24esima posizione, precedendo il Portogallo.

Per quanto riguarda la costellazione macroeconomica, la Confederazione è terza, dopo l'Irlanda. La qualita degli enti pubblici pone la Svizzera al 13esimo rango. «La Svizzera è dotata di scuole pubbliche eccellenti, di ottime infrastrutture, di una ricerca ad alto livello e di un mercato finanziario sofisticato», osserva il WEF.

Dal profilo delle prospettive, il Giappone è 21esimo, subito dopo la Francia. L'Islanda (16esima), la Germania (17esima), il Belgio (18esimo), la Spagna (22esima) e l'Italia (26esima) seguono la Svizzera.

I paesi scandinavi - Finlandia, Norvegia e Svezia - sono ben preparati ad affrontare il futuro. Tale osservazione vale anche per l'Olanda, la Gran Bretagna e l'Irlanda. La Russia figura al 63esimo posto. In Asia, Singapore è al quarto posto, Taiwan al settimo, Hong Kong al tredicesimo, la Cina al 39esimo.

Diciassette paesi sono entrati nella classifica del 2001: uno è africano (Nigeria), due asiatici (Bangladesh e Sri Lanka), cinque est europei (Estonia, Lettonia, Lituania, Romania e Slovenia) e nove latinoamericani.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo