Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La ricetta del buonumore

E buon appetito!

Per 4 persone ci vogliono 800 grammi di formaggio (ad esempio 400g di gruyère, 200g di emmental, 200g di vacherin friborghese); 1-3 spicchi di aqlio; 2 cucchiai di fecola di granoturco; 2 cucchiai di Kirsch circa 500g di pane, 4dl di vino bianco (fendant del Vallese o altro vino secco) noce moscata, papríca, pepe dal macinapepe.

1. Per poter preparare la fondue in tutta tranquillità, tenere a portata di mano tutto l'occorrente: caquelon (la speciale marmitta), aglio, pane, formaggio, vino bianco, Kirsch, fecola e aromi

2. Grattugiare a scaglie il formaggio.
Spellare gli spicchi di aglio, dimezzarli e strofinare l’interno del caquelon
Dividere poi gli spicchi di aglio in quattro o tritarli finemente e versarli nel caquelon
Sciogliere la fecola nel Kirsch.
Tagliare il pane a dadini di circa 2cm.

3. Versare il vino nel caquelon e portare ad ebollizione sulla piastra e sul gas. Aggiungere il formaggio per porzioni, mescolando con un mestolo di legno. Rimestare disegnando un otto in modo che il calore si ripartisca uniformemente.
Non appena il formaggio è fuso, unire tanta fecola sciolta nel Kirsch quanta basta per rendere la fondue cremosa e della consistenza desiderata. Aromatizzare, con pepe macinato all’istante la fondue e portarla in tavola su di un fornello a spirito o a gas continuando a rimestare. Intingere senza attendere i bocconcini di pane, rigirarli e gustarli.

Chi perde il pezzo di pane nella miscela paga una bottiglia di vino.

Offrite un «coup du milieu»: un bicchierino di kirsch per intingere i bocconcini di pane.

Quando sul fondo rimane poco formaggio, se si ha ancora appetito, aggiungere due uova fresche ed un buon bicchiere di Kirsch e rimestare velocemente.

Varianti

- Invece dei vino, utilizzate sidro di mele, acqua, succo di pomodoro, vino rosato o rosso, champagne o mosto in fermentazione.
- Sostituite il Kirsch con Cognac, Williamine, acquavite di vinaccia, grappa, vermut, Whisky o Calvados.
Intermezzo focoso

Finale con brio

Per un tocco finale e se gli ospiti non sono ancora sazi: mescolate gli ultimi 2-3 cucchiai di fondue con 1-2 uova direttamente nel caquelon, lasciate rapprendere leggermente e intingetevi il pane

Suggerimentí


Se non volete che si formi la crosta sul fondo dei caquelon, mantenete basso il fuoco del fornello e mescolate bene.

La miscela di formaggio si conserva per 5-6 giorni nel frigorifero e per 5-6 mesi nel congelatore.

Se la fondue risulta troppo densa, diluitela con acqua o vino riscaldati.

Se la fondue risulta invece troppo liquida, sciogliete un po' di fecola di granoturco nel Kirsch o nel vino, unitela alla fondue mescolando e continuate e rimestare finché otterrete la consistenza desiderata.

Per preparare una fondue particolarmente soffice e più digestibile, incorporate appena prima di servire una punta di coltello di bicarbonato di sodio.

swissinfo

In breve

Altre miscele a seconda dei gusti:

400g di Gruyère e 400g di Vacherin friborghese;

400g di Appenzelier e 400g di Tilsiter;

400g di formaggio per raclette, 300g di Tilsiter e 100g di Sbrinz;

600g di miscela per fondue già pronta e 200g di Roquefort o Gorgonzola;

750g di miscela per fondue già pronta e 50g di formaggio glaronese con le erbe.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

Come antipasto servite della carne secca o un'insalata mista.
Come dessert, un sorbetto guarnito con della frutta.
Come bibita, tè nero o verde oppure vino bianco.

Fine della finestrella

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×