La riorganizzazione della Sulzer preannunciata dall'amministratore delegato

Il presidente e amministratore delegato della Sulzer Ueli Roost in un'immagine dello scorso 6 gennaio Keystone

Ueli Roost, presidente e amministratore delegato della Sulzer, ha annunciato «cambiamenti notevoli» nel gruppo di Winterthur. Non ha però ancora fornito dettagli. Informerà a tempo debito, indica il nuovo uomo forte della Sulzer.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2000 - 13:36

Le dichiarazioni di Roost sono state rilasciate in un'intervista pubblicata giovedì dal quotidiano zurighese «Tages Anzeiger».

La riorganizzazione della Sulzer comporterà un certo ridimensionamento temporaneo. A lungo termine il gruppo intende però crescere, ricorrendo anche ad acquisizioni, afferma Ueli Roost. La suddivisione del gruppo in due comparti, industriale e tecnico-medico, non è efficiente, prosegue il presidente del gruppo di Winterthur.

La Sulzer Medica non sarà però ceduta. Vi sono altre possibilità, aggiunge, precisando che il settore delle macchine tessili sarà sottoposto ad un attento esame.

Avere due basi differenziate ha senso in quanto i rischi sono ripartiti, secondo il presidente della Sulzer. «Vogliamo però unità aziendali ben definite, responsabili della propria gestione», sottolinea. Per sovvenzioni trasversali non ci sarà più spazio, ha detto il presidente della società di Winterthur.

La Borsa svizzera ha accolto positivamente le dichiarazioni di Roost. Alle ore 10.30 il titolo della Sulzer SA era in rialzo del 3 percento, mentre Sulzer Medica guadagnava il 2,1 percento.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo