Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Le auto ibride sono le più ecologiche

Honda Civic Hybrid è la prima della classe nella classifica delle auto più ecologiche

(Keystone)

A pochi giorni dall'apertura del Salone dell'auto di Ginevra, l'Associazione traffico e ambiente (ATA) pubblica la classifica delle auto più ecologiche. In testa due modelli che combinano benzina e elettricità.

"EcoMobiListe 2007" mette pure in rilievo l'ascesa di vetture a propulsione gaz e bietanolo. L'ATA guarda con interesse questi nuovi carburanti, non ancora disponibili in Svizzera.

Le vetture ibride (ossia con motore elettrico e a benzina) di media cilindrata, si piazzano ancora una volta in cima alla classifica delle automobili più ecologiche stilata annualmente dall'Associazione traffico e ambiente (ATA) e presentata venerdì in una conferenza stampa a Berna.

La Honda Civic Hybrid ha scalzato dal primo rango la Toyota Prius Hybrid, al vertice negli ultimi tre anni. Nella "Top 10" seguono poi esclusivamente vetture di piccola cilindrata.

La prima di un'auto diesel

Per la prima volta entra nella graduatoria un'auto a motore diesel, la VW Polo Blue Motion. "I motori diesel presentano un vantaggio rispetto ai modelli a benzina in termini di emissioni di CO2", afferma l'ATA. Inoltre la "VW Polo è piccola ed è equipaggiata con un filtro antiparticolato".

Altra tendenza che si delinea con la "Lista auto e ambiente" 2007: l'ascesa delle vetture con propulsore a gas o bioetanolo.

L'ATA accoglie con favore la diffusione di carburanti biologici, ma mette in guardia da prodotti la cui sostenibilità non è garantita. Chiede pertanto un'informazione trasparente e la creazione di un marchio di qualità. Poiché questi carburanti non sono ancora disponibili in tutta la Svizzera, le auto alimentate con gas o bioetanolo sono state inserite in una classifica separata.

Proteggere il clima

Secondo l'ATA è giunta l'ora di ridurre drasticamente l'uso di veicoli e di regolamentare i valori limiti delle emissioni di CO2. E secondo Axel Friedrich, direttore del dipartimento Trasporti e Rumori del ministero dell'ambiente tedesco, l'industria automobilistica trascura il suo dovere in materia di protezione del clima.

L'esperto tedesco è dell'idea che sarebbe possibile fare molto di più, a partire da oggi stesso. Il suo dipartimento considera, infatti, che il potenziale di risparmio energetico nel settore dei veicoli privati ammonta – a corto e medio termine – al 50%.

Pertanto anche lui condivide, esattamente come l'ATA, che per rafforzare il potenziale di miglioramento tecnico nella costruzione di auto a basso impatto ecologico, occorra assolutamente regolamentare a livello europeo i valori limiti di emissioni di CO2.

I costruttori più verdi

Toyota e VW sono stati nominati costruttori più ecologici, seguiti da vicino da Ford e Mercedes. L'ATA sottolinea comunque che è necessario che l'industria automobilistica si dia da fare per ridurre drasticamente il consumo di carburante. Inoltre serve una normativa vincolante sui valori limite delle emissioni di CO2.

Da aprile si potrà inoltre acquistare presso l'ATA un CD-ROM, disponibile anche in italiano, che permette di paragonare i dati di un migliaio di modelli di auto e furgoni.

swissinfo agenzie

In breve

Tenuto conto dei problemi legati al petrolio, i veicoli dotati di sistemi a propulsione alternativa diventano sempre più interessanti.

Secondo gli esperti sono le vetture ibride ad avere maggiori possibilità di imporsi sul mercato automobilistico.

Dal profilo ecologico il gaz naturale è la parte gassosa della benzina. E' composta essenzialmente di metano. Il resto contiene una quantità variabile di idrocarburi.

In marzo 2005 la Svizzera disponeva di 52 stazioni di distribuzione del gaz metano.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.