Novartis assorbe l'azienda basilese Speedel

Il gigante farmaceutico rileva integralmente la sua azienda spin-off, specializzata nel settore delle biotecnologie. Novartis ha annunciato giovedì di aver acquisito da cinque azionisti il 51,7% dei titoli di Speedel per oltre 900 milioni di franchi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 luglio 2008 - 09:31

Fondata nel 1998 dallo stesso colosso farmaceutico di Basilea, la società Speedel ha sviluppato negli ultimi anni diversi nuovi medicamenti contro le malattie cardiache, circolatorie e metaboliche. Novartis, che deteneva già il 9,7% dei titoli dell'azienda biotecnologica, dispone ora di un pacchetto azionario del 61,4%. Il gruppo farmaceutico ha inoltre reso noto di aver lanciato un'offerta pubblica di acquisto per il capitale rimanente, offrendo 130 franchi per azione, ossia oltre l'80% del valore medio dei titoli Speedel degli ultimi due mesi. Grazie alle sinergie, Novartis si attende risparmi di circa 30 milioni di dollari entro due anni.

Tra i cinque azionisti che hanno venduto le loro partecipazioni vi è anche Alice Huxley, co-fondatrice e direttrice dello spin-off fondato nel 1998. "Tenendo conto delle imminenti necessità di finanziamento e del clima negativo sul mercato dei capitali, ritengo che questa operazione apporterà una solida base per il futuro di Speedel, garantendo nuovi investimenti nei programmi di ricerca e di sviluppo", ha dichiarato giovedì Alice Huxley.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo