Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nuova piattaforma asiatica per le ditte svizzere

Joseph Deiss in viaggio verso il Sudest asiatico

(Keystone)

Joseph Deiss è in viaggio nel Sudest asiatico. Tra gli impegni in agenda ci sono visite a Singapore e in Indonesia.

Il consigliere federale ha inaugurato una struttura destinata alle PMI svizzere; il suo obiettivo è anche di dare un impulso all'economia nella regione di Aceh, devastata dallo tsunami.

Singapore, un importante partner della Svizzera, è la prima tappa del viaggio del consigliere federale Joseph Deiss. «Qui vi è la più grossa concentrazione d'imprese svizzere di tutta l'Asia», spiega il ministro dell'economia a swissinfo.

Inaugurazione

L'otto aprile Deiss ha inaugurato a Singapore il quindicesimo «Swiss Business Hub», un progetto delle ambasciate svizzere del Sudest asiatico. L'obiettivo di questa struttura è di facilitare l'accesso ai mercati dei dieci paesi dell'ASEAN (Brunei, Indonesia, Cambogia, Laos, Malaysia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia, Vietnam) alle piccole e medie imprese svizzere.

Singapore ha proposto di accogliere questa piattaforma (hub), poiché la maggior parte delle aziende elvetiche attive in questa parte del mondo hanno la loro sede in questa città. «Singapore è inoltre il nostro principale partner commerciale della regione, con il quale abbiamo siglato un trattato di libero scambio in vigore dal 2003», precisa Joseph Deiss.

Esperienze positive

Con i suoi «business hubs» – il primo è stato aperto in Austria nel 2001 – la Svizzera ha finora avuto esperienze positive, stima il ministro.

«Questi hubs sono dei supporti per le imprese che desiderano aprirsi a nuovi mercati ma che non dispongono del potenziale sufficiente per farlo da sole».

Secondo Deiss, queste piattaforme sono un elemento centrale per la promozione delle esportazioni elvetiche. All'inizio, il numero dei contatti annuali era di circa 8'000-9'000. Da allora le domande sono più che raddoppiate. «Credo che rispondiamo a un bisogno reale», constata il consigliere federale.

Pubblicità per la Svizzera

La visita a Singapore del ministro dell'economia ha però anche un altro obiettivo: vuole infatti «mostrare che per quanto concerne i siti di insediamento delle ditte non bisogna pensare in modo unilaterale». In altre parole, Deiss vuole cercare di «vendere» la Svizzera come un luogo attraente per le aziende asiatiche.

«Il nostro paese è ben preparato per accogliere delle sedi di società, in particolare poiché disponiamo di una rete molto fitta di accordi sulla doppia imposizione», spiega il ministro. I circa 70 trattati sono importanti per le imprese che non vogliono «essere tassate due volte».

I vantaggi della Svizzera sono inoltre la sua posizione geografica, nel centro dell'Europa, e la qualità di vita elevata. «Per un collaboratore, essere mandato in Svizzera non è certamente una punizione», osserva Deiss.

Crediti facilitati

Dopo lo scalo a Singapore, Joseph Deiss si recherà nella regione indonesiana di Aceh, dove potrà rendersi conto dei progetti in corso e di quelli pianificati dopo lo tsunami.

«Siamo persuasi che ci troviamo ora in una fase dove è importante che l'economia sia implicata nella ricostruzione di queste regioni».

Di conseguenza, il ministro lancerà due progetti economici per facilitare l'accesso al credito alle aziende della regione (»Aceh Business Support Programm» in collaborazione con la Fondazione per la cooperazione tecnica Swisscontacts e «Acces to finance for SME in Indonesia»).

Più in generale, Deiss cercherà di rafforzare le relazioni economiche con tutta l'Indonesia. «Con i suoi 220 milioni di abitanti, l'Indonesia è il quarto più grande paese del mondo», sottolinea.

Il consigliere federale si dice convinto che in futuro questo paese sarà un partner interessante per l'economia elvetica. «È dunque necessario stabilire buone relazioni».

swissinfo, Christian Raaflaub
(traduzione di Daniele Mariani)

Fatti e cifre

Singapore è il partner commerciale più importante della Svizzera nel Sudest asiatico.
Nel 2003, il 2% degli investimenti diretti della Svizzera riguardavano Singapore (8,64 miliardi di franchi).
La Confederazione è il sesto investitore più importante a Singapore.
Nella città sono attive circa 250 aziende elvetiche, che impiegano 19'000 persone.

Fine della finestrella

In breve

Nel corso della sua visita nel Sudest asiatico (7-11 aprile 2005), il consigliere federale Joseph Deiss ha inaugurato a Singapore lo "Swiss Business Hub ASEAN".

Questa struttura ha quale obiettivo di facilitare l'accesso ai mercati di questa regione alle piccole e medie imprese svizzere.

La visita in Indonesia contempla il lancio di due programmi destinati a facilitare l'accesso al credito alle aziende della regione di Aceh.

Fine della finestrella


Link

×