Navigation

Skiplink navigation

Opinione
Swiss Made

Ricerca e innovazione sono la linfa vitale dell'economia svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 13:00
Luciana Vaccaro, rettrice della Scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale e vicepresidente di InnoSuisse

La capacità di innovare è fondamentale per il benessere della Svizzera. Anche se è principalmente un compito delle imprese, lo Stato ha un ruolo importante, soprattutto in tempi di crisi, afferma Luciana Vaccaro, vicepresidente di Innosuisse, l'Agenzia svizzera per la promozione dell'innovazione.

La Svizzera continua a essere considerata uno dei paesi più innovativi d'Europa. Secondo il recente European Innovation Scoreboard 2020, il nostro paese è in testa alla classifica grazie ai suoi interessanti sistemi di ricerca e di istruzione e agli investimenti delle imprese. Non è un caso che il nostro paese sia da anni ai primi posti delle classifiche internazionali.

Ciò è dovuto, da un lato, al modello svizzero di formazione superiore, che unisce università eccellenti - cinque delle quali sono tra le 125 migliori al mondo nella QS Ranking 2020 - e scuole universitarie direttamente collegate al settore professionale. Ma anche, d'altra parte, alle aziende svizzere innovative che applicano sul mercato le conoscenze acquisite nelle università.

Inoltre, nessun altro paese investe in ricerca e sviluppo pro capite quanto la Svizzera. In quanto nazione altamente sviluppata e orientata all'esportazione, questa capacità innovativa è cruciale per la sua prosperità.

Trasformazione digitale e cambiamento climatico

Ricerca e innovazione sono quindi la linfa vitale dell'economia svizzera e del nostro benessere in senso lato. Senza di loro, non solo la nostra vitalità economica e i posti di lavoro altamente qualificati che essa genera sarebbero oggi impensabili, ma soprattutto la Svizzera sarebbe molto meno attrezzata per affrontare le grandi sfide sociali e ambientali del nostro tempo.

Naturalmente, si pensa prima di tutto alla trasformazione digitale e al cambiamento climatico, ma c'è bisogno di innovazione in una vasta gamma di settori, dal sistema sanitario alla biodiversità, dalla politica sociale alla produzione agricola, per esempio. Per questo motivo è importante promuovere attivamente questi due fattori chiave.

In tempi di crisi, come quelli che stiamo vivendo nel contesto della pandemia di Covid-19, la promozione dell'innovazione da parte dello Stato è tanto più importante per mantenere in modo sostenibile la capacità innovativa delle imprese svizzere e la loro competitività. Grazie ai suoi strumenti di sostegno, Innosuisse, l'agenzia svizzera per la promozione dell'innovazione, partecipa pienamente a questo obiettivo.

Bilancio rivisto al rialzo

Il valore dell'organizzazione e delle sue offerte di sostegno è stato riconosciuto dalla decisione del Consiglio degli Stati in giugno di aumentare il suo budget di promozione di altri 130 milioni di franchi nei prossimi quattro anni.

In effetti, la missione di Innosuisse è di promuovere l'innovazione basata sulla scienza nell'interesse dell'economia e della società svizzere. In termini economici, la sua ambizione è quella di promuovere la capacità innovativa delle PMI e di sviluppare una cultura di start-up competitiva. In effetti, la trasformazione digitale e l'attuale automazione dei processi sollevano molti interrogativi per la società e presentano sfide significative per le aziende svizzere. Innosuisse è a loro disposizione per aiutarli a far fronte a questi cambiamenti strutturali e a sfruttare nuove opportunità di business, sviluppando al contempo soluzioni ecologicamente sostenibili a lungo termine.

"Grazie alla sua posizione chiave, Innosuisse permette alle aziende di accedere alle conoscenze scientifiche più aggiornate delle nostre università."

Luciana Vaccaro

End of insertion

In particolare, Innosuisse copre fino al 50% dei costi dei progetti di innovazione scientifica realizzati da attori svizzeri del settore professionale (imprese industriali, PMI, start-up, istituzioni private o pubbliche) in collaborazione con partner di ricerca (università e istituti di ricerca).

Investire nel futuro

Questo incoraggiamento da parte dei finanziamenti pubblici si differenzia dagli investimenti privati. Innosuisse applica il principio di sussidiarietà: l'agenzia federale sostiene progetti innovativi che non sarebbero possibili senza finanziamenti pubblici o se un potenziale commerciale resta inutilizzato. Grazie alla sua posizione chiave, permette alle aziende di accedere alle conoscenze scientifiche più aggiornate delle nostre università.

Le piccole e medie imprese o le start-up hanno così la certezza di avere a disposizione i migliori strumenti per adattarsi alle sfide che si trovano ad affrontare e per continuare a svilupparsi. Perché promuovere la ricerca e l'innovazione significa investire nel futuro.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo