Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Clima e acqua le nuove sfide umanitarie

Cambiamenti climatici, catastrofi naturali, crisi alimentare e penuria d'acqua: saranno queste nei prossimi anni le principali sfide per l'aiuto umanitario svizzero ha dichiarato la ministra degli esteri Micheline Calmy-Rey in occasione della giornata annuale dell'Aiuto umanitario.

La Confederazione vuole "impiegare i suoi mezzi limitati dove il bisogno è particolarmente grande e dove disponiamo di sufficienti conoscenze specifiche", ha indicato Micheline Calmy-Rey. Quattro sono i principi a cui l'aiuto umanitario elvetico si vuole attenere: umanità, neutralità, indipendenza e imparzialità. La Svizzera continuerà inoltre a puntare sulle misure preventive, così da attenuare la portata dei conflitti e delle catastrofi future.

La responsabile della diplomazia elvetica ha sottolineato gli impegni in Sudan, Afghanistan, Sri Lanka, Colombia, Gaza, Congo e nella regione africana dei Grandi Laghi. Sempre più spesso sono i civili a fare le spese dei conflitti e il diritto internazionale non viene rispettato. Ciò dipende anche dal fatto che molte guerre non si svolgono più tra due eserciti, ma tra una milizia statale e un gruppo armato. In molti casi le parti non si impegnano più a distinguere gli obiettivi militari da quelli civili.

Come Stato depositario delle Convenzioni di Ginevra, la Svizzera è chiamata ad insistere sul rispetto del diritto internazionale e sull'accesso delle organizzazioni umanitarie alle vittime, ha detto la consigliera federale davanti ai circa 900 partecipanti alla giornata all'insegna del tema "Salvare vite umane - Alleviare le sofferenze".

Il direttore della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) Martin Dahinden, si è detto preoccupato per le conseguenze della crisi finanziaria ed economica, che viene ad aggiungersi ai cambiamenti climatici e alla crisi alimentare. "Tutti gli Stati sentono le ripercussioni delle crisi globali, ma i paesi in via di sviluppo sono i più toccati", ha affermato.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×