Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gaza: la Svizzera costernata

La Svizzera si è detta venerdì costernata per il fatto che alle organizzazioni umanitarie sia stato impedito di prestare aiuto alle vittime del conflitto nella Striscia di Gaza.

In occasione di una sessione straordinaria del Consiglio dei diritti umani, riunito a Ginevra, la Confederazione ha chiesto un accesso rapido e senza ostacoli ai feriti e la fine immediata delle ostilità.

«La situazione è drammatica a Gaza», ha dichiarato la rappresentante della Svizzera Muriel Berset-Kohen. «I civili, bambini compresi, pagano il tributo più pesante», ha deplorato. «L'accesso delle organizzazioni umanitarie è essenziale», ha sottolineato. «Gli attacchi contro il personale umanitario sono violazioni del diritto dell'uomo», ha proseguito.

La delegata della Svizzera ha accolto positivamente la risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'ONU che chiede il cessate il fuoco immediato e ha lanciato un appello a «metterla in pratica subito senza indugio».

Giovedì il CICR ha denunciato che l'esercito israeliano gli aveva impedito di prestare aiuto per quattro giorni a feriti e affamati a Gaza.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×