Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

No dei Verdi al passaporto biometrico

Gli ecologisti sono contro l'introduzione del passaporto biometrico in Svizzera. Sostengono invece l'altro tema in votazione il 17 maggio: la medicina complementare nell'assicurazione di base.

Riuniti in assemblea sabato a Sion, i delegati dei Verdi svizzeri si sono categoricamente opposti al nuovo documento, ritenendo che presenta un elevato rischio di manipolazioni. I delegati ecologisti hanno seguito l'argomento del parlamentare neocastellano Luc Recordon, secondo cui sarebbe facile per malintenzionati impossessarsi dei dati elettronici contenuti in tali documenti. La persona a cui verrebbe rubata l'identità avrebbe poi molte difficoltà a provare chi è.

I Verdi sono invece decisamente a favore della reintroduzione della medicina complementare nel catalogo delle prestazioni rimborsate dall'assicurazione malattie obbligatoria (LAMal).

Nel discorso di apertura dei lavori assembleari, Recordon ha d'altra parte stigmatizzato la decisione del governo di rinviare il voto sul finanziamento aggiuntivo dell'assicurazione invalidità tramite l'aumento temporaneo dell'imposta sul valore aggiunto.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×