Pubblico numeroso alla prima giornata della Festa di lotta

La mitica pietra di Unspunnen, esposta alla Festa federale di lotta svizzera e sport alpini di Nyon Keystone

Pubblico come sempre molto numeroso per la tradizionale Festa federale di lotta svizzera: circa 30.000 spettatori erano presenti sabato mattina a Nyon (nel Canton Vaud) per assistere all'inizio delle competizioni. Oltre a quelle di lotta svizzera, sono previste gare di 'hornuss', senza dimenticare il tradizionale lancio della 'pietra di Unspunnen', nella quale si cimenteranno una cinquantina di atleti provenienti da tutta la Svizzera.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2001 - 13:29

Il consigliere federale Samuel Schmid è giunto sabato mattina sul posto in elicottero per una breve visita nella sua veste di ministro dello sport.

Lo stendardo ufficiale della Festa federale di lotta svizzera è arrivato venerdì a Nyon, trasportato per via lacustre dagli organizzatori bernesi della precedente edizione. La bandiera ha poi aperto trionfalmente il corteo inaugurale della manifestazione.

Migliaia di persone si sono accalcate nelle vie della cittadina vodese per assistere al passaggio del colorito corteo, al quale hanno partecipato le autorità locali, varie personalità ufficiali, numerosi gruppi folcloristici e un numero impressionante di cavalli.

Alla sfilata hanno preso parte anche la storica pietra di Unspunnen e la gemella che sarà impiegata per le competizioni. Il sasso sequestrato per vent'anni dal gruppo separatista giurassiano Béliers sarà esposto nel perimetro della manifestazione fino a domenica, attorniato da speciali misure di sicurezza.

L'apertura ufficiale della festa è stata proclamata venerdì a fine pomeriggio dal consigliere di Stato vodese Claude Ruey, presidente del comitato d'organizzazione. L'ambasciatore dell'Expo.02, il ministro giurassiano Jean-François Roth, ha annunciato da parte sua la nomina di quattro nuovi ambasciatori.

L'esposizione nazionale sarà rappresentata dall'aerostiere vodese Bertrand Piccard, dall'Obmann dell'Associazione federale di lotta svizzera Fritz Schwander, dal direttore della Scuola cantonale d'arte Pierre Keller e dal sindaco di Yvorne (in Francia) Philippe Gex. L'Expo.02 mobile è presente a Nyon fino a domenica.

Le competizioni di lotta svizzera, di hornuss e del lancio del sasso di Unspunnen (83,5 chili) si svolgono tra sabato e domenica. Il vincitore della competizione di lotta sarà proclamato «re» e riceverà quale ricompensa il toro «Figaro», del valore di 10.000 franchi.

La manifestazione dovrebbe attirare nella cittadina vodese almeno 100.000 spettatori. Sul terreno dell'Asse - vicino a quello occupato dal Paléo Festival di Nyon - gli organizzatori hanno allestito un campeggio, occupato da oltre 5.000 persone.

La Festa federale di lotta svizzera e sport alpini si conclude domenica con la cerimonia di incoronazione del 're della lotta' ed in presenza del presidente della Confederazione, Moritz Leuenberger, che pronuncia un discorso per l'occasione.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo