SAirGroup: quasi 2,9 miliardi di franchi di perdita

swissinfo.ch

Il gruppo ha registrato una perdita netta di 2,885 miliardi di franchi lo scorso anno, contro un utile di 273 milioni l'anno prima. Il gruppo conferma di aver avviato un cambiamento di strategia che dovrebbe toccare in particolare il settore aereo, nelle cifre rosse. Frattanto sono state sospese le contrattazioni in borsa dei titoli SAirGroup.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 aprile 2001 - 10:59

Con una perdita di quasi 2,9 miliardi di franchi, SAirGroup ha visto i fondi propri diminuire a 1,16 miliardi di franchi (4,181 l'anno prima). Questa situazione rende necessario il varo di «misure energiche», che restano tuttavia ancora da definire.

In un comunicato diffuso lunedì mattina prima della conferenza stampa di bilancio del gruppo, SAir spiega che bisognerà prima di tutto mettere ordine nelle attività proprie. I rischi rappresentati dalle partecipazioni in Belgio, Francia e Germania devono essere ridotti al più presto, si legge nella nota.

Il nuovo uomo forte di SAir, Mario Corti, vuole in secondo luogo migliorare in modo duraturo la redditività del gruppo. Non vengono date informazioni dettagliate, se non che «azioni pertinenti» sono già state avviate per «migliorare rapidamente la qualità del bilancio».

Le attività annesse di SAirGroup (SAirLogistics, SAirServices e SAirRelations) hanno generato nel 2000 un utile operativo di 561 milioni di franchi. Gate Gourmet (SAirRelations), numero uno mondiale della ristorazione a bordo (catering), ha messo a segno un utile operativo di 187 milioni di franchi e The Nuance Group (no 1 del commercio al dettaglio negli aeroporti) di 74 milioni. Ma i risultati positivi delle attività derivate non sono riusciti a compensare l'impatto «nefasto» delle partecipazioni in compagnie aeree estere, indica SAirGroup.

Anche Swissair, secondo gli osservatori, rimane un elemento sano, soprattutto in termini di immagine. La filiale FlightLease, attiva nel noleggio e nella vendita di velivoli, permette al settore SAirLines (compagnie aeree) di realizzare un leggero utile operativo di 35 milioni.

Il gruppo ha realizzato ammortamenti e accantonamenti «considerevoli» che hanno spinto i risultati d'esercizio nelle cifre rosse per 2,592 miliardi di franchi (1999: +643 milioni). Prima delle partecipazioni, era stato registrato un utile di 603 milioni di franchi. Il giro d'affari del gruppo ha invece subito uno sviluppo favorevole, progredendo del 25 percento rispetto al 1999 per fissarsi a 16,299 miliardi di franchi. Questo risultato è dovuto sia alle acquisizioni che alla crescita interna, indica il comunicato di SAirGroup.

Come supposto, le difficoltà del gruppo hanno avuto origine in Francia, Belgio e Germania. Queste partecipazioni pesano notevolmente sulla somma di 3,725 miliardi destinati agli ammortamenti e accantonamenti lo scorso anno. I problemi sono stati accentuati dall'aumento dei prezzi del petrolio in un mercato sovraccarico.

Il polo francese di SAirGroup (AOM, Air Liberté e Air Litoral) ha registrato una perdita prima delle spese di ristrutturazione e le correzioni di 600 milioni di franchi. Il giro d'affari si è rivelato inoltre molto inferiore agli obiettivi iniziali.

In Belgio, Sabena presenta un buco di 325 milioni di euro (circa 497 milioni di franchi), per un giro d'affari in aumento dell'11 percento. In Germania, il gruppo LTU, di cui si è poco parlato negli ultimi mesi, registra una perdita netta di 224 milioni di euro (342milioni di franchi).

Anche la compagna Swissair, fiore all'occhiello di SAirGroup, è finita in rosso nel 2000 con una perdita operativa di 195 milioni di franchi. Crossair e Balair presentano utili rispettivi di 20 e 25 milioni di franchi.

Il prezzo del petrolio ha inciso negativamente sul gruppo aereo. Per la sola Swissair, l'aumento prezzo del cherosene ha inciso per 270 milioni di franchi, pari al 56 percento in più rispetto al 1999. Per Crossair, la somma raggiunge gli 85 milioni (+ 75 percento).

Il risultato d'esercizio di SAirLines è stato di 35 (188) milioni, per un giro d'affari di 7,166 (6,414) miliardi. Questi risultati sono in zona utili grazie a Flightlease, la società attiva nel finanziamento della flotta del gruppo. Le compagnie polacca LOT e sudafricana South African Airways hanno presentato un esercizio 2000 favorevole.

Lunedì mattina, i titoli SAirGroup e derivati sono stati sospesi dalle quotazioni alla borsa di Zurigo e lo resteranno per tutta la giornata odierna. Lo annuncia un comunicato della borsa svizzera. La richiesta è stata presentata dallo stesso gruppo SAir.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo