Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Spazio aereo svizzero rivoluzionato

Kloten ha ridisegnato la carta dei cieli elvetici

(Keystone)

Da giovedi, lo spazio aereo elvetico sarà totalmente modificato. Ai passeggeri in partenza da Zurigo-Kloten sarà richiesta molta pazienza.

Nel corso delle prossime settimane si prevedono infatti numerosi ritardi.

Dal 14 aprile entrerà in vigore una nuova organizzazione dello spazio aereo sopra l’aeroporto di Zurigo.

Il cambiamento, avvenuto su richiesta delle autorità tedesche, appare come una vera e propria rivoluzione nei cieli: vi saranno infatti 1300 km di nuove vie aeree.

«Mai prima d’ora la Svizzera è stata confrontata ad un simile cambiamento nello spazio aereo. E’ come se si spostasse l’insieme delle autostrade svizzere (1500 km)», ha affermato il portavoce di Skyguide Patrick Herr.

Restrizioni dalla Germania

La riorganizzazione è dovuta principalmente alle restrizioni di volo imposte dalla Germania, che ha deciso di sopprimere due zone di attesa situate in parte sul suo territorio.

L’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC) ha quindi dovuto prevedere una nuova divisione dello spazio aereo sopra i cieli zurighesi. I funzionari elvetici si sono avvalsi della collaborazione di alcuni specialisti norvegesi del settore della sicurezza, in modo da armonizzarlo con i più attuali standard internazionali.

Per prepararsi all’avvenimento, sono stati formati oltre 170 controllori di volo, mentre 2000 compagnie aeree si sono viste inviare le nuove carte del cielo.

«Non significa tuttavia che giovedì alle 2 di notte, ora del passaggio al nuovo spazio aereo, tutti i piloti disporranno delle nuove carte», ha precisato Patrick Herr. I piloti che ne saranno sprovvisti dovranno di conseguenza essere condotti per tappe sulla retta via.

Possibili ritardi

Per diminuire gli imprevisti, la società svizzera di controllo aereo Skyguide, rinforzerà i propri effettivi con quattro preparatori durante un periodo transitorio di alcune settimane.

Parallelamente, la torre di controllo di Kloten accetterà all’incirca il 15-20% di aerei in meno, in modo da poter permettere un migliore adeguamento al nuovo sistema.

Durante il periodo di adattamento, si prevedono numerosi ritardi che, a detta del portavoce di Skyguide, «dipenderanno dalla domanda».

Herr ha ricordato che a Kloten la densità del traffico aereo varia di giorno in giorno. Per questa ragione, la società svizzera di controllo aereo non è in grado di valutare esattamente la massa delle possibili perturbazioni.

Entro la metà del mese di maggio, «la situazione dovrebbe però tornare stabile», ha precisato Herr.

Nessun inquinamento sonoro

Secondo l’UFAC, il nuovo spazio aereo non dovrebbe causare immissioni rilevanti ai sensi dell’ordinanza contro l’inquinamento fonico.

Le quote minime delle aree di attesa saranno infatti situate ad un'altitudine minima di 2100 metri.

«Il limite dei valori di esposizione non sarà assolutamente raggiunto. Questo non significa però che gli abitanti delle regioni sottostanti non sentiranno alcun rumore», ha affermato il portavoce dell’UFAC, Daniel Göring.

Nuove aree di attesa

Il nuovo spazio aereo dell’aeroporto di Zurigo occupa circa un’area compresa fra Basilea, Donaueschingen (D), Romanshorn, Zugo e Willisau. Le aree di attesa si trovano invece fra Kreuzlingen e Weinfelden, nel canton Turgovia.

In seguito al trasferimento sopra il territorio svizzero di due delle aree di attesa settentrionali è stato necessario adeguare anche la posizione di quelle situate a sud.

In un comunicato, l’UFAC precisa che «le aree di attesa saranno utilizzate solamente quando l’intensità del traffico supererà temporaneamente la capacità di atterraggio dell’aeroporto».

swissinfo e agenzie

In breve

La Germania ha adottato nuove regole unilaterali di sorvolo del suo territorio, entrate in vigore il 17 aprile 2003.

Il sorvolo a sud della Germania è vietato durante la notte, nonché durante il fine settimana e i giorni festivi. Il limite di passaggi è stato fissato a 80'000.

Gli atterraggi da sud e da est hanno subito un aumento e provocato le lamentele dei ca. 500'000 abitanti della regione zurighese.

Le autorità elvetiche hanno inoltre dovuto ridisegnare la carta dei cieli.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

43'000 km3: area compresa nello spazio aereo modificato
2000 compagnie aeree e piloti di tutto il mondo hanno ricevuto le nuove carte dei cieli
Le vie d’avvicinamento e di partenza sono state spostate su più di 1300 km
170 controllori di volo sono stati formati per l’avvenimento

Fine della finestrella


Link

×