Navigation

Terminato il vertice dei bambini a Berna

Anche i più piccoli vogliono essere presi sul serio, specie quando si tratta dei diritti dei bambini Keystone

Maggiori possibilità di codecisione e più impegno contro la guerra e la tratta dei minori sono le principali rivendicazioni che una sessantina di bambini fra i 10 e i 15 anni hanno consegnato venerdì alla delegazione svizzera che parteciperà al vertice mondiale dell'ONU sull'infanzia, in programma a New York dal 19 al 21 settembre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2001 - 11:27

Nel documento stilato al termine di una conferenza di quattro giorni a Berna, i ragazzi chiedono anche di essere presi sul serio, in particolare di prestare maggior credito alle loro dichiarazioni sugli abusi sessuali. Vorrebbero inoltre maggiore udienza nelle scuole, dove i diritti dei bambini dovrebbero essere materia di normale insegnamento.

Secondo i partecipanti alle giornate bernesi, parlamenti e tribunali dei minori dovrebbero contribuire a dar loro maggior pesoa livello politico e a rafforzare i diritti dei bambini.

La conferenza di Berna è stata organizzata da sette associazioni giovanili e per l'infanzia svizzere ed è stata sostenuta anche dal Dipartimento federale dell'interno e dal Dipartimento degli esteri. Vi hanno partecipato bambini di cinque paesi, per lo più attivi in consigli scolastici o di famiglia.

Le loro rivendicazioni saranno presentate dai delegati svizzeri al vertice mondiale dell'infanzia, dove si discuterà su come migliorare le possibilità di sviliuppo e sopravvivenza dei bambini. Fondamentale è la convenzione delle Nazioni Unite del 1989, che in 54 articoli stabilisce i diritti dei minori di 18 anni.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?