Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tre compagnie aeree svizzere?

Swiss, Swissair e Air Switzerland ?

(Keystone Archive)

La concorrenza per Swiss si preannuncia agguerita: alla possibile creazione di "Air Switzerland" segue la rivelazione che un candidato è interessato all'acquisto del marchio Swissair.

Il potenziale acquirente, scrive la "Sonntagsblick", ha mostrato il suo interessamento già da un po' di tempo e sarebbe disposto a pagare un prezzo equo. Rainer Meier, portavoce di Swissair, ha confermato la notizia, ma non ha voluto dire se il potenziale acquirente sia, come afferma il domenicale, effettivamente di nazionalità americana.

Meier ha detto che lo scopo della denuncia presentata giovedì contro l'utilizzo del marchio Swiss, il nome della nuova compagnia aerea nazionale nata dalle ceneri di Swissair, è di proteggere i diritti di questo potenziale acquirente e dei creditori. Secondo la compagnia gestita da Mario Corti, il marchio «Swiss» sarebbe troppo simile a «Swissair».

Swiss si prepara

Questi strascichi giuridici non stanno tuttavia ostacolando i preparativi per il lancio della nuova compagnia nazionale il primo aprile prossimo. André Dosé, presidente della direzione di Crossair, ha affermato in un'intervista pubblicata domenica dalla «SonntagsZeitung» che il miliardo di franchi accordato dalla Confederazione per garantire i voli intercontinentali di Swissair fino alla fine di marzo non sarà utilizzato completamente.

Il tasso di occupazione dei voli intercontinentali ha raggiunto il 75 %, ha detto Dosé, precisando che quelli a destinazione degli Stati Uniti sono pieni all'85 %. «Tutto procede secondo il piano concordato», ha dichiarato il numero uno di Crossair. I ricavi preventivati per l'esercizio in corso sono inferiori del 20 % rispetto alla media degli ultimi due anni. Sul fronte dei costi, «siamo riusciti ad assicurarci per tre anni un prezzo basso per il cherosene».

In Europa, la situazione è tuttavia meno rosea, segnala Dosé. Il forte rallentamento congiunturale in Germania ostacola una rapida ripresa. Per il momento, il tasso di occupazione per i voli da e verso il Vecchio continente ha raggiunto il 50 %, contro il 60 % un anno fa nello stesso periodo. Dosé ha infine confermato che il primo aprile Swiss avrà 9'000 dipendenti, fra cui 850 piloti e 3'000 assistenti di volo.

I partiti irritati

Intanto, i partiti di governo hanno espresso irritazione per la denuncia presentata dal gruppo Swissair in liquidazione. Mentre il Partito socialista considera il litigio secondario rispetto ai problemi che più gli stanno a cuore, fra cui i diritti di atterraggio e i contratti collettivi di lavoro, dalle onde della radio svizzerotedesca DRS i tre presidenti dei partiti borghesi hanno detto di considerare incomprensibile quanto sta accadendo.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.