Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Una vita tra sindacato e politica

Aiuto umanitario, difesa dei lavoratori e impegno politico sono state le componenti dominanti della carriera di Ruth Dreifuss.

Una consigliera federale che ha trascorso la sua vita in varie città svizzere, imparando a conoscere le diverse culture.

Ruth Dreifuss è nata a San Gallo il 9 gennaio 1940. È originaria di Endingen (AG) ed è nubile. Stabilitasi a Berna dal 1942 al 1945, ha poi vissuto gli anni scolastici a Ginevra.

Ha conseguito il diploma commerciale nel 1958, per poi affrontare diverse esperienze lavorative: segretaria in Ticino (1958-59), giornalista a Basilea (1961-64), sociologa al centro psicosociale dell'università di Ginevra (1965-68).

Nel 1970 ha ottenuto la licenza in scienze economiche e nei successivi due anni ha lavorato all'ateneo come assistente. Dal 1972 al 1981 è stata impiegata presso la direzione della cooperazione allo sviluppo e all'aiuto umanitario (la DSC attuale).

In seguito e fino alla sua entrata in Consiglio federale è stata segretaria centrale dell'Unione sindacale svizzera. L'interesse politico era però già vivo nel 1964 (adesione al partito socialista) e si è manifestato anche nella sua attività nel consiglio comunale di Berna (1989-1992).

È stata eletta in governo il 10 marzo 1993 per succedere a René Felber. Dreifuss deve l'elezione alle proteste suscitate dalla scelta dei deputati borghesi di preferire il neocastellano Francis Matthey alla candidata ufficiale del PS, Christiane Brunner. Matthey si ritirò, lasciando il campo ad un altra donna socialista.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.