Politica federale

Cinque oggetti, una domenica di votazioni e questioni internazionali

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 15:00

Il programma delle votazioni federali del 27 settembre è particolarmente denso. Cinque i quesiti all’esame dell’elettorato di questo primo appuntamento alle urne a livello nazionale dall'inizio della crisi del coronavirus.

Il congedo paternità e gli aerei da combattimento si aggiungono all'iniziativa della destra conservatrice sulla libera circolazione, alla legge sulla caccia e alle deduzioni fiscali per le famiglie. La votazione sui tre ultimi oggetti era prevista per il 17 maggio, ma il governo l'ha rinviata a causa della pandemia.

L'iniziativa popolare 'Per un'immigrazione moderata' in Svizzera, detta 'iniziativa per la limitazione', è senza dubbio il tema che più ha fatto discutere. Una sua accettazione alle urne comporterebbe infatti un fondamentale riorientamento della politica di ammissione degli stranieri in Svizzera. Il testo dell'Unione democratica di centro (UDC, destra conservatrice) chiede l'abrogazione dell'accordo bilaterale sulla libera circolazione delle persone con l'Unione europea.

Altro tema che suscita interesse all'estero: l'acquisto di nuovi aerei da combattimento da parte delle Forze aeree svizzere. Le cerchie pacifiste e di sinistra hanno lanciato con successo un referendum contro il credito per l'acquisto dei caccia di sei miliardi di franchi, approvato da governo e parlamento. Toccherà quindi al popolo decidere.

Tra i quattro possibili modelli per la sostituzione degli attuali caccia dell'esercito svizzero ci sono il Rafale del gruppo francese Dassault, l’Eurofighter di Airbus, e gli americani Super Hornet di Boeinge F-35A di Lockheed-Martin.

Il 27 settembre, la Svizzera avrà anche l'occasione di colmare il suo ritardo in materia di politica familiare. L'elettorato si esprimerà sull'introduzione di un congedo paternità di due settimane. Attualmente, la Confederazione è tra i pochi Paesi in Europa a non prevedere un congedo rimunerato per i papà. La maggior parte degli uomini ha diritto a un solo giorno di congedo alla nascita di un figlio.

In Svizzera si voterà poi sull'aumento delle deduzioni fiscali per figli e quelle per i costi di accudimento extrafamiliare. In parlamento, la maggioranza borghese ha sostenuto questo progetto governativo, argomentando che permetterà di sostenere le famiglie che accudiscono i propri figli e di sgravare il ceto medio. La sinistra si è invece opposta con un referendum, sostenendo che ciò che viene presentato come un sostegno alle famiglie è in realtà un aiuto alle persone con alti redditi, ovvero quelle che non ne avrebbero bisogno.

Animale che cristallizza le paure nell'immaginario popolare, il lupo è stato al centro di accesi dibattiti nel parlamento federale nel corso degli ultimi anni. Questa volta, a far parlare di lui è una revisione della legge federale sulla caccia. I cittadini si pronunceranno su una modifica che prevede un allentamento delle condizioni di abbattimento del lupo. Un miglioramento della sicurezza degli abitanti e della natura secondo i suoi sostenitori, una minaccia per la protezione delle specie animali per i suoi oppositori.

Condividi questo articolo