Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Prelievi sui redditi


La fiscalità svizzera tra le più basse al mondo







In Svizzera, l'imposizione fiscale varia molto da un cantone all'altro. (Keystone)

In Svizzera, l'imposizione fiscale varia molto da un cantone all'altro.

(Keystone)

Le persone che vivono in Svizzera sono tra le meno tassate al mondo, secondo l’ultima inchiesta dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). Le persone sole si classificano in sesta posizione di questa classifica mondiale, mentre le famiglie (una coppia con un solo reddito e due bambini) al quarto.

L’inchiesta dell’OCSE, intitolata «Imposte sui salari 2016», misura il tasso d’imposizione sui redditi, il carico fiscale reale e il prelievo per la sicurezza sociale che pesa sulle persone fisiche. Il calcolo tiene conto delle imposte pagate dai dipendenti e dai datori di lavoro, dedotti gli sgravi fiscali concessi dallo Stato.

Per contro, nel suo studio l’OCSE non include costi fissi come quelli per l’assicurazione malattia o l’alloggio. In Svizzera, le imposte sono fissate a livello federale, cantonale e comunale e possono variare molto da un luogo di domicilio all’altro.

Nei paesi dell’OCSE, il prelievo fiscale su un salario medio è del 35,9%. Il Belgio ha il tasso più elevato per quanto concerne le persone sole (55,3%), mentre in Cile questa categoria paga solo il 7%.

Le imposte sui salari sono aumentate di circa l’1% tra il 2010 e il 2015 negli Stati che fanno parte dell’organizzazione. In Svizzera questo aumento è stato solo dello 0,2%. Il prelievo fiscale è stabile dal 2011, dopo anni di aumento costante, si legge ancora nel rapporto dell’OCSE.

swissinfo.ch

×