Con il testo per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati, il popolo svizzero il 28 febbraio voterà nuovamente su un'iniziativa dell'Unione democratica di centro (UDC/ destra conservatrice) riguardante l'immigrazione. Ma chi sono gli stranieri che vivono in Svizzera, che costituiscono quasi un quarto della popolazione elvetica? Tutti i dettagli in un grafico interattivo.

La Svizzera è uno dei Paesi con la più elevata proporzione di stranieri: il 24,3% nel 2014. In pochi altri – per esempio nei Paesi petroliferi o nelle città Stato, quali il Lussemburgo – si supera questa percentuale.

Il grafico sottostante presenta le nazionalità di tutti gli stranieri che vivono in Svizzera. Oltre l'80% proviene da Paesi europei. I cittadini tedeschi, italiani, portoghesi e francesi da soli costituiscono quasi la metà di tutti gli stranieri in Svizzera.

La Svizzera è al primo posto dei Paesi di immigrazione in Europa. Nel 2013, con una media annuale di 20 arrivi ogni 1000 abitanti, la Confederazione era nettamente in testa, davanti a Francia (5,1), Germania (8,4), Regno Unito (8,2) e Spagna (6).

Il forte afflusso migratorio non è l'unico motivo dell'alta percentuale di stranieri nella popolazione svizzera. Un fattore di peso è anche la naturalizzazione più complicata. La cittadinanza elvetica non si acquisisce automaticamente alla nascita sul territorio svizzero. Perciò molti stranieri non si sottopongono alla procedura di naturalizzazione e mantengono semplicemente la nazionalità d'origine. Secondo i datiLink esterno dell'Ufficio federale di statistica, nel 2014 c'erano 388'700 persone di nazionalità estera nate in Svizzera, pari a un quinto della popolazione straniera residente nella Confederazione.

swissinfo.ch

×

In evidenza