Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

L'orologio del campanile di Möriken Nel villaggio il tempo si è fermato

L'orologio del campanile della chiesa protestante di Möriken risplende di nuovo. Il villaggio del cantone di Argovia negli ultimi mesi era rimasto senza orario, senza numeri, senza puntatore. Anche le campane non suonavano più. La consueta rapida occhiata all'orologio della chiesa, sulla strada verso la stazione, era diventata uno sguardo nel vuoto. 

La storia degli orologi meccanici per torri campanarie risale al XIV secolo. Si sa che una delle prime opere svizzere di questo tipo fu assemblata a Lucerna nel 1385 dall'orologiaio basilese Heinrich Halder. Nel 1408 lo stesso orologio fu trasferito sulla torre delle Mura del Musegg. I battelli sul lago di Lucerna potevano così orientarsi con quell'orologio per gli orari di navigazione.

L'orologio del campanile di MörikenLink esterno non è così antico. La chiesa fu inaugurata il 15 ottobre 1950 e la sua immagine originale è stata conservata fino ad oggi. L'orologio proviene dalla società J.G. Baer di Sumiswald, nell'Emmental: numero dell'opera 790, anno 1950.

In occasione di un'ampia ristrutturazione della chiesa, la parrocchia ha deciso di fare eseguire anche la revisione completa dell'orologio. Il lavoro è stato assegnato alla ditta Muribaer.ch a Büron, nel cantone di Lucerna. Solo tre società in Svizzera si dividono il mercato della tecnologia degli orologi da campanile. Si stima che in totale ve ne siano circa 5000 che debbano essere riparati o che abbiano semplicemente bisogno di una revisione.

L'orologio della chiesa di Möriken è stato smontato nei laboratori della ditta a Büron, dove le oltre cento componenti sono state pulite, lucidate, poi riassemblate. Una volta restaurato, ha ritrovato il suo luogo e la sua funzione d'origine.

Nella parte superiore del pendolo, i tecnici hanno montato di recente un magnete. Tramite impulsi elettrici, questo permette di verificare la precisione dell'orologio e, se necessario, di correggere. Il quadrante è stato riverniciato. I numeri e le lancette sono stati accuratamente puliti e placcati d'oro.

Le parti dell'orologio visibili sulla facciata sono state montate in settembre. La chiesa ha così ripreso il volto originale e i passanti possono nuovamente controllare l'orario alzando gli occhi verso il campanile. Fino alla prossima revisione.

Foto e testo di Thomas Kern, swissinfo.ch