Ogni uomo svizzero è in linea di principio obbligato a prestare servizio militare. In alternativa al servizio militare dal 1996 esiste un servizio civile.

In passato chi voleva prestare servizio civile doveva esporre i suoi motivi di coscienza davanti a una commissione ad hoc. Dal 2009 a provare la genuinità della scelta basta la prova dei fatti: il servizio civile dura una volta e mezza quello militare.

Per le donne svizzere il servizio militare è facoltativo. I cittadini stranieri ne sono esclusi. Gli svizzeri che vivono all'estero sono esonerati in tempo di pace dalla coscrizione obbligatoria. A certe condizioni gli svizzeri all'estero possono però prestare servizio militare facoltativamente. Gli svizzeri all'estero che tornano a vivere in patria possono essere obbligati, a dipendenza dell'età, ad arruolarsi.

Anche chi possiede la doppia cittadinanza è tenuto in linea di principio a prestare servizio militare. Chi dimostra di aver compiuto i propri obblighi militari, aver prestato servizio civile o aver compensato in altro modo i doveri derivanti dalla coscrizione obbligatoria in un altro stato di cui possiede la nazionalità, può essere esonerato dal servizio militare in Svizzera. Per i cittadini di stati con cui la Svizzera ha stipulato accordi sull'obbligo militare di chi possiede la doppia cittadinanza valgono regole particolari. La Svizzera ha firmato accordi del genere con l'Italia, la Germania, la Francia, l'Austria, la Colombia, l'Argentina e gli Stati uniti.

Altre informazioni sull'obbligo militare si trovano sul sito del ministero della difesa.

Per eventuali domande riguardanti l'obbligo militare delle persone con doppia cittadinanza e degli svizzeri all'estero, rivolgersi per telefono o per iscritto allo Stato maggiore di condotta dell'esercito, Personale dell'esercito (AFC 1), Sezione degli obblighi militari, 3003 Berna, tel. +41 31 324 32 56, fax +41 31 324 14 92.

Altre informazioni sull'esercito svizzero si possono trovare anche sul portale ch.ch.

swissinfo.ch