Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Integrazione in Svizzera


Ministra giustizia: inaccettabile rifiuto stretta mano a maestra


"Non è così che mi immagino l'integrazione": non tergiversa la ministra svizzera di giustizia e polizia Simonetta Sommaruga sulla vicenda della dispensa dalla stretta di mano alla docente per due allievi musulmani di una scuola di Basilea Campagna.

Intervistata dalla televisione pubblica svizzera SRF, la ministra ha giudicato "assolutamente inaccettabile" un comportamento come quello della scuola secondaria di Therwil. Nella convivenza ci sono anche questioni difficili, ha osservato Simonetta Sommaruga, "ma che un bambino rifiuti di stringere la mano alla sua maestra, no, così non va!". Ed è una cosa che non c'entra neppure con la libertà di religione.

Rivelata domenica dal settimanale "Schweiz am Sonntag", la dispensa della stretta di mano alla docente, accordata dalla direzione della scuola a due fratelli musulmani di 14 e 15 anni per motivi religiosi, ha provocato un'aspra polemica in tutta la Confederazione. Secondo la famiglia dei due ragazzi, il loro credo vieta a un uomo di toccare una donna che non sia sua moglie. Il caso di Therwil non sembra peraltro isolato.

La Federazione delle organizzazioni islamiche della Svizzera ha precisato lunedì in un comunicato che "una stretta di mano tra un uomo e una donna è permessa". Anche il Consiglio centrale islamico svizzero ha lanciato un appello alla ragione per trovare rapidamente una intesa.

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×