Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Solar impulse


Dalla Spagna al Marocco con un aereo solare


Codice da incorporare

Missione compiuta per Bertrand Piccard. In 19 ore e 8 minuti, il pilota svizzero ha percorso gli 830 chilometri che separano Madrid a Rabat, a bordo di un velivolo a energia solare. Si tratta del primo volo intercontinentale per Solar Impulse, una prima importante tappa in vista del grande viaggio che lo porterà a fare il giro del mondo nel 2013.

«Sono molto emozionato. I marocchini hanno talmente ben preparato il volo… Sono fiero di loro e li ringrazio», ha confidato Piccard alla figlia che ha seguito il viaggio dalla Svizzera, aggiungendo che «il Marocco si impegna con molta ambizione nello sviluppo delle energie rinnovabili. Ammiriamo questo sforzo».

Decollato da Madrid alle 05:22 di martedì 5 giugno, Bertrand Piccard ha attraversato nel pomeriggio lo stretto di Gibilterra e ha toccato terra alle 00:30 di giovedì, ora svizzera.

Dopo una sosta di cinque giorni a Rabat, l'aereo solare ultraleggero riprenderà il volo per Ouarzazate, nel sud del Marocco, in occasione della prevista inaugurazione da parte di re Mohammed VI del più grande impianto fotovoltaico finora costruito al mondo.

«Questo primo volo è come una ricompensa», ha dichiarato Piccard all'agenzia di stampa svizzera (ATS). L'areo ha raggiunto gli 8'700 metri di altitudine, una velocità di 70 km/h, e una temperatura fino a 29 grandi sotto zero. In alcune zone Piccard è stato costretto ad aiutarsi con una maschera ad ossigeno per respirare.

Una videocamera ha ripreso il viaggio di Solar Impulse e le immagini sono state trasmesse in diretta sul sito del progetto.

Volare senza inquinare

Solar Impulse è il primo velivolo concepito per volare di giorno e di notte senza carburante né emissioni inquinanti.

L'apparecchio conta quattro motori elettrici da 10 CV, alimentati da 12'000 cellule fotovoltaiche per una superficie complessiva di oltre 200 m2. L'energia viene immagazzinata durante il giorno, permettendo all'areo di volare durante la notte. Grande quasi come un Airbus A340 (63.4 metri), Solar Impulse pesa però soltanto 1,6 tonnellate, pari a un'automobile di taglia media.

Solar Impulse è il frutto di sette anni di intenso lavoro: 70 persone e 80 partner hanno reso possibile la costruzione di questo apparecchio in fibre di carbone. Il progetto è dotato di un budget di circa 110 milioni di franchi per dieci anni.